giovedì 23 marzo 2017

Sblocca Italia: ci sarà pure un giudice a Berlino!

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 13


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Felie Besostri



Promotori




Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia


Iscrizioni

http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

Sblocca Italia: "Presidio nazionale presso il TAR Lazio." Resoconto


Molto rappresentativa la composizione dei partecipanti al Presidio stamattina sotto alla sede del Tar Lazio. Erano presenti:
Forti x ISDE, Silvia Acquistapace ZWL, Stellato Rita Comitato 29 agosto e, per lo stesso comitato Leone Rosanna, Soriano Margherita, Virginia Petrellese, Paola Badessi Ornella Pistolesi, Melania Tommolillo, Coltrè Alessandro Unione Giovani Indipendenti Colleferro, per Mamme Salute Ambiente di Venafro: Di lucente Giuseppina, Di Nardo Maria Antonietta, Maiorano Giuseppe GdL Ambiente 5s Venezia, Lori Tuzi, Angelo Consoli, Ezio Corradi x la Lombardia.
Dopo aver presidiato con la presenza, foto e cartelli vari durante l'udienza, ci siamo trovati per ascoltare una breve relazione fatta dall'avvocato Ciervo in merito a quanto accaduto durante il dibattimento (che non riporto in attesa di un nota scritta dal legale e dell'ordinanza del tribunale). 
Sono seguiti alcuni interventi che hanno evidenziato le molteplici criticità dei territori in merito alla presenza di impianti di incenerimento.
- Ass. Mamme per la Salute e l'Ambiente Venafro Molise. 
A venafro insistono sul territorio, di antica tradizione orticola, un inceneritore e un cementificio che hanno operato fino al 2015 in assenza di AIA ottenuta dopo ricorso presentato presso la Corte Europea, ora la HERA Ambiente, proprietaria dell'impianto, presenta ricorso verso le prescrizioni per bruciare le ecoballe della Campania prive di un codice CER identificativo. Attualmente l'impianto è autorizzato per determinati codici CER Con l'art 35 l'inceneritore di Pozzilli è nell'elenco "Impianti Strategici." Si teme che venga aumentato il volume dei rifiuti da incenerire da 100.000 tn\a a 150.000 tn\a data la possibilità di incenerire codici CER  con minore valore termico. I dati sanitari non vengono pubblicati, analisi fatte dall'associazione ha evidenziato presenza di diossina nel latte materno e uranio nel cemento prodotto dal cementificio Colacem. Di recente i Carabinieri e la Forestale hanno sequestrato due camion contenenti materiale non ben identificato proveniente dall'inceneritore e diretto al cementificio. Venafro brucia 125.00 tn\a di rifiuti ben oltre la quantità prodotta dall'intera regione. Queste politiche scellerate hanno distrutto l'economia verde che ha fatto di Venafro una terra ricca per molti anni.
-Lombardia. Coordinamento Comitati Ambientalisti.
In Lombardia ci sono 13 inceneritori con Brescia con una potenza d'incenerimento di 900.000 tn\a, massima in Europa. L'obiettivo finale sarebbe la chiusura di tutti gli impianti partendo dalla dismissione della terza linea dell'impianto di Brescia. L'Amministrazione nicchia in quanto il bilancio comunale conta sul "ristoro ambientale " dovuto per legge dall'impianto alle casse del Comune. Ezio Corradi ha sottolineato l'importanza di fare RETE tra i comitati e i territori.
-Veneto. GdL 5S.  Ha partecipato per conoscere gli ultimi eventi e ricollegarsi alla Rete.
-Lazio UGI Colleferro.
A Colleferro ci sono molti impianti industriali, in particolare, discarica e inceneritore con due linee. Si sostiene il ricorso affinchè la Regione Lazio non possa appoggiarsi all'art 35 per far funzionare gli inceneritori. Un'altra criticità riscontrata è l'impossibilità di far calare modelli statistico\matematici sugli effetti reali dell'inquinamento sulla salute e questo impedisce di poter avviare con accoglienza  procedimenti legali per accertare le responsabilità di decessi e invalidità.
Gli unici studi sanitari disponibili al pubblico sono solo l'aumento dei ricoveri per malattie polmonari cronico-ostruttive.
-Campania Acerra Comitato 29 agosto (2004)
Il nome del comitato è la data che ricorda la manifestazione pacifica della popolazione di Acerra e repressa con la forza dalla Polizia , già pesantemente toccata dai problemi ambientali connessi con l'industria chimica - si è vista calata dall'alto come sito scelto dalla ditta appaltante FIBEX - la localizzazione dell'impianto, senza nessuna consultazione nè con le istituzioni locali nè con la popolazione residente (50.000 ab su un territorio di appena 54 kmq.). Acerra ha un potere di incenerimento di 600.000 tn\a ora 750.000 aumentate per DCM senza limiti per quantità in quanto conta ed è definito solo il limite del potere calorifico (meno temperatura, meno energia prodotta, più rifiuti da bruciare!). Nell'impianto si brucia talquale tritovagliato e non CDR per il quale è stata rilasciata AIA e VIA. A 500 mt è stato realizzato un impianto a biomasse a olio di palma sulle "ceneri" dell'ex Montefibre della FRIEL con procedura PAS, procedura autorizzativa semplificata con un camino di 80 mt che spande sostanze oleose su cose, terreni e persone. Nell'olio di palma è stato riscontrato PCB altamente inquinante probabilmente presente nell'opificio precedente non bonificato. Il Piano dei Rifiuti Regione Campania prevede l'aumento termico fino a 930.000 tn\a per coprire il fabbisogno regionale.
Fare un'assemblea in piedi senza nessun confort non è l'ideale ma come al solito non ci si arrende!  
La giornata ha avuto impressioni e risvolti positivi e si attende con grande speranza l'ordinanza del Tar Lazio.

Ornella Pistolesi

(by Nicola)

L'acqua non si vende. Dibattito sulla proposta di legge di riforma del Sistema Idrico Integrato e istituzione dell'EGAM


Venerdì 24 marzo 2017 ore 16.30 all'Incubatore Sociale di via Mons. Bologna a Campobasso.
In Regione c'è un tentativo maldestro di una ormai risicata maggioranza di approvare un testo che vanificherebbe anche in Molise la volontà popolare espressa nel referendum sull'acqua pubblica Bene Comune. 
Dobbiamo impedire che ciò avvenga!
Partecipiamo e invitiamo amici e conoscenti ad essere presenti!

(by Nicola)

mercoledì 22 marzo 2017

Chi spreca l'acqua é matto, lo sa anche la mia gatta!


(by Nicola)

COMUNICATO STAMPA - Legge elettorale regionale




 COMUNICATO STAMPA

Legge elettorale regionale: superare e rovesciare il modello maggioritario e plebiscitario del “ Tatarellum ”
E’ in corso da qualche mese una discussione sulla legge elettorale regionale, che si è finora concretizzata con la presentazione, da parte di singoli esponenti politici e/o di strutture di partito, di tre proposte.
E’ senz’altro positivo che in alcune di queste proposte sia presente l’abolizione del “listino”, un vero obbrobrio giuridico, una sopravvivenza feudale, attraverso la quale il presidente “plebiscitato” promuove al rango di rappresentanti del popolo una propria corte personale. Così come è legittimo che si ponga il tema di una adeguata rappresentanza territoriale nell’ambito della massima istituzione regionale. Anche se, su questo terreno si dà piuttosto l’impressione che ciascun proponente tiri la coperta dalla propria parte, in vista di un proprio rafforzamento personale o di gruppo, che non di una adeguata riflessione sul rapporto tra Regione e Territori.
Il limite di fondo della discussione fin qui svolta consiste però, a parere del Partito della Rifondazione Comunista, nel fatto che essa si muove all’interno di una logica puramente emendativa della legge in essere (“ Tatarellum ”), mentre di essa va messo in discussione, strutturalmente, l’impianto.
Il “ Tatarellum ” è figlio dell’infatuazione maggioritaria e plebiscitaria che si ebbe all’inizio degli anni ‘90 del Novecento e che, sull’onda del malcontento popolare e della deriva populista cui esso diede luogo, impose un vero e proprio “ritorno al passato”: dalla democrazia ampia ed avanzata (pur con le sue contraddizioni) figlia dell’antifascismo e del patto costituzionale, fondata sulla centralità delle assemblee elettive e sulla interlocuzione di queste con una fitta trama di corpi intermedi della società, alla riproposizione dell’impianto istituzionale dell’italietta liberale prefascista, fondato sul notabilato di antico e nuovo conio, sulla primazia degli esecutivi e di cariche monocratiche di diretta “emanazione popolare” e (per raggiungere questi obiettivi) sull’alterazione maggioritaria del voto dei cittadini.
I risultati sono sotto gli occhi di tutti.
1. L’elezione diretta del Presidente della Regione e la sua inamovibilità (un vero e proprio dominus) impedisce lo svilupparsi di una libera dialettica sulle scelte politiche;
2. Proliferano i gruppi politici dalla denominazione improbale e privi di ogni visione strategica d’insieme, con il solo scopo di conquistarsi spazi di sottogoverno;
3. I fenomeni di mala gestione si espandono, a causa della rigida subordinazione del legislativo all’esecutivo, che indebolisce le necessarie forme di controllo sull’operato di quest’ultimo;
4. I rapporti tra l’Istituzione regionale e i cittadini si allentano, come dimostrano gli altissimi tassi di astensionismo elettorale.
Dalle considerazioni sviluppate risulta chiaro che il PRC propone un sistema elettorale proporzionale, senza premio di maggioranza e con elezione del Presidente da parte dell’assemblea.
E’ probabile che una riforma come quella da noi indicata e auspicata richieda una modifica dello Statuto regionale. Non è questo un motivo per rigettare la nostra proposta, ma per predisporre urgentemente gli strumenti giuridici per approvarla.
 
Silvio Arcolesse
Segretario PRC Molise


(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 12


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Lidia Menapace



Promotori


Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

Iscrizioni

http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

martedì 21 marzo 2017

Domani "Presidio nazionale presso il TAR Lazio." Diretta su "Radio Impegno" fm 97,7




Domani, nella fascia oraria 7-8.30,  "Radio Impegno" - che trasmette sulle frequenze di Radio Città Futura, fm 97.7 (www.radioimpegno.it)-  darà spazio al nostro presidio nazionale contro lo "Sbloccaitalia" con una diretta telefonica. 
In collegamento ci sarà anche il nostro presidente, Massimo Piras, impossibilitato ad essere in piazza per motivi di salute.
A "Radio Impegno" e al giornalista Riccardo Susigan il nostro grazie!

Movimento per l'Economia Circolare
Il tesoriere
Nicola Frenza

(by Nicola)

Con gioia apprendiamo che il nostro amico Riccardo Orioles ha ottenuto i benefici della legge Bacchelli


E' stato nostro ospite il 14 gennaio 2011.
La mattina ha supportato gli studenti del Liceo Scientifico di Campobasso per la realizzazione di un quotidiano telematico, il pomeriggio ha tenuto un incontro dibattito con gli studenti e con tutti i cittadini sul tema “Sentori e Sentieri di Mafia.”
L'annuncio dei benefici di legge é stato dato da don Ciotti a Locri in occasione della Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie.
La notizia é stata confermata al leader di Libera dal premier Gentiloni.
Auguri, Riccardo!


Per OML
Il presidente

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 11


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Cristiana Mancinelli




Promotori


Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia



Iscrizioni


http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

“GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE”



In Molise le piazze principali saranno Campobasso e Boiano.

A Campobasso, con il patrocinio del Comune di Campobasso, Assessorato alla Cultura:
-        Ore 9,15 – Partenza dal Terminal bus di Campobasso del corteo degli studenti e cittadinanza per le vie della città con arrivo a Piazza Municipio; Lettura dei Nomi; Collegamento in streeming da Locri per il discorso conclusivo di D. Luigi Ciotti, Presidente di LIBERA;
-        Ore 16,30 - Sit-in davanti al bene confiscato alla Sacra Corona Unita in via Salita Santa Cristina a Campobasso. Riflessioni sui beni confiscati. Ricordo della vittima di mafia molisana Elio Di Mella;
-        Ore 17,30 - Incontro pubblico presso la Sala Consiliare del Comune di Campobasso con la partecipazione del Sindaco, degli Assessori alla Cultura e alle Politiche Sociali, e Autorità sul tema della Memoria e della Legalità legate al territorio: difesa dei Beni comuni, Diritto al lavoro, Diritto allo studio, Difesa della Sanità pubblica.

A Boiano, con il patrocinio del Comune di Boiano, Fondazione Giovanni e Francesca Falcone, EIP, Unicef Molise, WWF Molise:
-        Ore 10,15 – Partenza della Marcia da località Terre Longhe fino a Piazza Roma dove la manifestazione si concluderà con la lettura dei Nomi delle Vittime innocenti di Mafia.

Inoltre, hanno aderito numerosi Istituti scolastici della regione che hanno programmati momenti di riflessioni nelle aule sul significato della Giornata e tutti, alle ore 12, in contemporanea con il resto d’Italia, leggeranno i Nomi delle Vittime innocenti e la storia del carabiniere molisano Elio Di Mella assassinato in un agguato camorristico all’uscita dell’autostrada Avellino ovest, proveniente dal carcere di Campobasso il 7 ottobre 1982.

Coordinamento Regionale di LIBERA MOLISE 

ISTITUZIONALIZZATA LA “GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO IN RICORDO DELLE VITTIME DELLE MAFIE”
«L'istituzione del 21 marzo come "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie" è per Libera motivo di soddisfazione.
Sin dall'inizio - da quel 21 marzo 1996 che si svolse a Roma e poi, nel corso di 21 anni, in ogni Regione e città d'Italia - Libera ha creduto nell'importanza di una memoria condivisa, viva, che ricordasse tutte le vittime nella loro pari dignità, a prescindere dai ruoli svolti e dalla notorietà avuta in vita. Così come ha creduto che quella dignità andasse estesa non solo alle vittime delle mafie, ma a chiunque avesse perso la vita per forme di violenza, di terrorismo, di criminalità.
Quest'importante obbiettivo impone però adesso uno scatto nell'attuare quelle direttive che, anche a livello europeo, garantiscono norme minime in materia di diritti, assistenza e protezione delle vittime e dei loro famigliari.
Così come comporta un investimento sul piano educativo e culturale affinché si moltiplichino quelle iniziative e quei percorsi che fanno del 21 marzo non una semplice ricorrenza, ma la tappa di un quotidiano  impegno per la giustizia, per la verità, per il bene comune. Quelle persone non sono morte per essere ricordate con lapidi, targhe e discorsi di occasione. Ma per un sogno di democrazia che sta a tutti noi realizzare».
 
Luigi Ciotti e Libera

(by Nicola)

Machiavelli, Camus e la raccolta differenziata a Campobasso

“Il fine giustifica i mezzi”
N. Machiavelli  

                                                                                         “Chi giustificherà i fini?”
                                                 A. Camus 

(by Nicola)

lunedì 20 marzo 2017

A TUTTI I COMITATI - COORDINAMENTI - MOVIMENTI che si battono contro INCENERITORI e DISCARICHE. MERCOLEDI 22 prossimo a ROMA per tenere una ASSEMBLEA NAZIONALE APERTA A TUTTI in attesa di festeggiare la prima vera vittoria contro il pessimo DECRETO SBLOCCAITALIA e le lobby inceneritoriste


Tutti a Roma mercoledi 22 marzo con un PRESIDIO NAZIONALE dalle 9 alle 14 presso il TAR Lazio (dalla stazione Termini Metro A sino a Flaminia e proseguire su via Flaminia altezza giardini di via E. Chiaradia già autorizzato) per attendere l'ordinanza in occasione dell'udienza con cui il DECRETO ATTUATIVO "SBLOCCAITALIA" di MATTEO RENZI  del 6 agosto 2016 dovrà essere SOSPESO IN VIA CAUTELATIVA.

E' pertanto fondamentale essere presenti con una delegazione  al PRESIDIO NAZIONALE di MERCOLEDI 22 prossimo a ROMA per tenere una ASSEMBLEA NAZIONALE APERTA A TUTTI in attesa di festeggiare la prima vera vittoria contro il pessimo DECRETO SBLOCCAITALIA e le lobby inceneritoriste che ne erano le destinatarie del mega-business derivato dalla costruzione di NOVE NUOVI INCENERITORI al CENTRO-SUD-ISOLE ed al potenziamento/revamping di QUARANTA INCENERITORI ESISTENTI al NORD (Lombardia ed Emilia in larga parte). 

Sono confermate per ora le delegazioni del LAZIO - SARDEGNA - CAMPANIA - MOLISE, in attesa di vostre ulteriori comunicazioni URGENTI di adesione e presenza fisica.


INVITIAMO PERTANTO TUTTI I COMITATI - COORDINAMENTI - MOVIMENTI che si battono contro INCENERITORI e DISCARICHE ed in particolare quelli che hanno depositato un RICORSO (SENZA LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA) a mettere INSIEME le forze e le risorse in vista di un possibile ricorso del governo al Consiglio di Stato.

Per chi volesse dare un contributo economico al sostegno di questa importante VERTENZA NAZIONALE, inviamo i dati per fare un bonifico al nostro MOVIMENTO, che ne ha sostenuto sinora per intero il peso economico, si può versare qualunque cifra presso il nostro conto aperto in BANCA POPOLARE ETICA - IBAN IT32 D035 9901 8990 5018 8536 221

Segreteria nazionale
Movimento Legge Rifiuti Zero per l'Economia Circolare

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 10











“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Maria Patrizia Latini


Promotori


Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia



Iscrizioni


http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

Come combattere i paradisi fiscali responsabili delle crescenti diseguaglianze economiche e seria minaccia per le società democratiche




Nel volume "La ricchezza nascosta delle nazioni" Gabriel Zucman suggerisce una linea di condotta precisa e realistica per contrastarli. 


(by Nicola)

sabato 18 marzo 2017

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 9



“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi:
Luigi Intorcia


Promotori

Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

Iscrizioni

http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

20 e 21 marzo: le iniziative della Scuola di formazione 'Antonino Caponnetto'



 (by Nicola)

venerdì 17 marzo 2017

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 8


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi:
Gabriele Ghidelli



Promotori
Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia



Iscrizioni
http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

Prescrizione. Il Senato approva la riforma

(by Nicola)

giovedì 16 marzo 2017

Incudine, non falce e martello

(by Nicola)

Si riparte da via Panisperna a favore della strenua difesa, anche legale, della libera manifestazione in Rete e della libertà di ognuno di mantenere la propria linea editoriale


 

Mercoledì¬ 19 aprile, a Palazzo Falletti - via Panisperna 207, Roma (h. 11:00)
 

La situazione generale del Libero Pensiero e della Libera Espressione nel web sta andando incontro a stagioni molto difficili. L'episodio dell'interruzione della "monetizzazione" da parte di Google - Ad Sense nei confronti di centinaia di web attivisti, l'adozione degli algoritmi "selezionatori" da parte di Facebook, il DDL Gambaro e il Truth Act dell'On. Boldrini, sono solo le punte visibili di un iceberg contro il quale gli utenti di internet potrebbero scontarsi a breve. L'alleanza tra i Boss della Rete e le Autorità nazionali e internazionali sta muovendo le truppe occulte di una guerra silenziosa i cui obiettivi sono
chiari: la riduzione drastica, se non l'eliminazione, del dissenso non conformista che si esprime nel web. Nel magico triangolo costituito da Contenuti, Accesso alla rete e Modello di business, anche se si riuscirà a salvaguardare i Contenuti, in quanto il Potere Globale è costretto a difendere formalmente la Libera Espressione ... anche se si riuscirà a salvaguardare l'accesso alla Rete, in quanto difeso dalla Net neutrality sostenuta dagli interessi delle Società telefoniche (fin quando si paga il transito si ha visibilità ) ... ciò che è drammaticamente in discussione è il Modello di Business, cioè l'accesso alle risorse indispensabili alla sopravvivenza dei singoli e all'economia della Comunità. I rivoli monetari "classici" che alimentavano il web: denaro pubblico, pubblicità e sponsorizzazioni, si stanno prosciugando o sono sotto il controllo ferreo di soggetti che vogliono sopprimere i web attivisti antagonisti dei media mainstream. I rivoli: donazioni, sottoscrizioni e crowdfunding, ai quali ci si sta recentemente rivolgendo quali fonti di risorse dirette, non bastano e
non basteranno. A loro attingono da sempre macro organizzazioni
travestite da "organizzazioni umanitarie e ambientali", a loro attingono i grandi siti di petizione online, a loro oggi si rivolgono una quantità sempre più numerosa di soggetti. Le fonti classiche non basteranno a generare un'economia tale da sostenere la libera espressione e il lavoro in Rete di centinaia di migliaia di attivisti.
A favore della strenua difesa, anche legale, della libera
manifestazione in Rete e della libertà di ognuno di mantenere la propria linea editoriale, il 31.1.2016 si è costituita la WAC - Web Activists Community e ha formalmente celebrato il proprio rito di riconoscimento sul grigio altare della Agenzia delle Entrate. Da qualche settimana dunque la WAC esiste al fine di assumere una rappresentanza , la più vasta possibile , della moltitudine di soggetti attivi in Rete e al fine di fornire un Marchio Ombrello per affrontare le battaglie collettive e
condivise della democrazia digitale e contemporanea. NO al referendum della J.P.Morgan, NO al Fondo Salva Stati, No al DDL Gambaro, sono alcune delle battaglie che già hanno visto attivi gli aderenti alla Wac. Si all'Attuazione della Costituzione, No alle scorribande della finanza speculativa, No alle liberalizzazioni selvagge, sono le prossime battaglie in agenda.
Al di là e in armonia con il suo impegno civile e politico la WAC si propone anche di sostenere i propri soci nella ricerca delle fonti di sostentamento. Al riguardo stiamo verificando come poter accedere, sia a favore dei singoli che dell'Associazione, a nuove risorse che il web sta offrendo. Tra queste: la realizzazione di forme di e-commerce finalizzate al consumo equo e sostenibile, grazie all'alleanza con soggetti off Amazon, off eBay e la difesa dei leciti diritti d'autore.
"Sopravvivere economicamente e dignitosamente" è una delle parole
d'ordine della WAC.
Vediamoci a Roma il 19 aprile (h.11:00) in via Panisperna 207 nella sala di Palazzo Falletti . Interverranno bloggers famosi, politici, giuristi, economisti, accademici e giornalisti.

Glauco Benigni - Presidente di WAC .

Contacts : segreteria@wac.world per saperne di più
https://www.facebook.com


Tra i Soci Fondatori della W.A.C. Giulietto Chiesa, Glauco Benigni, Franco Fracassi, Pier Francesco De Iulio e Stefano Becciolini, Debora Billi, Maurizio Blondet, Luigi Boschi, Gennaro D' Amato, Paolo De Santis, Pierluigi Fagan, Loris Filanti, Marcello Foa, Margherita Furlan, Diego Fusaro, Vladimiro Giacchè, Senesi Vauro, Adalberto Gianuario, Massimo Graziani, Maria Helbel, Valerio Lo Monaco, Fiorella Mannoia, Giorgio Mazzarella, Mazzucco Massimo, Claudio Messora, Francesco Paola, Enrica Perucchietti, Sasha Picciotto, Roberto Quaglia, David Riondino, Iacopo Venier, Marcello Villari e Gulia Zanette.

(by Nicola)

'Cortocircuito' verso la giornata del ricordo delle vittime di mafia

(by Nicola)

mercoledì 15 marzo 2017

Rivoluzione per la lettura dei giornali grazie a “TiDò Day News”, brevetto e marchio tutto molisano. Ci siamo anche noi dell'OML

 

E’ moderno, nuovo, originale e risponde a un’esigenza sempre più impellente, la lettura dei giornali quotidiani e riviste.

Si chiama TiDò Day News ed è un marchio registrato nel Molise, ideato e distribuito dalla Publit, per dare a tutta la nazione la possibilità di avere a disposizione uno strumento in tempo reale per acquisire le informazioni da tutti i quotidiani on line e dalle singole riviste, locali, nazionali ed internazionali, Il TiDò offre anche la sezione riservata ai giornali sfogliabili, dove si possono caricare abbonamenti a quotidiani e periodici e sfogliare le riviste free press.

TiDò Day News si colloca in ogni dove c’è l’attesa, in banche, negli studi medici, da estetiste e parrucchiere, nelle sale attese di alberghi e Bar, naturalmente e rigorosamente d’elite.

Il TiDò Day News colma anche quel vuoto che in quasi tutte le regioni italiane hanno i distributori nella consegna dei quotidiani, oramai con i costi dei trasporti elevati e il reso, anche nei nostri comuni i quotidiani cartacei non vengono consegnati e questo sistema è stato creato proprio per offrire a tutti, la possibilità di leggere in ogni luogo le principali informazioni da ogni testata in tempo reale.

Basta un collegamento wi – Fi e il TiDò Day News entra in azione.

Di seguito l’intervista a chi ha sposato appieno il nuovo sistema, il nuovo bar ristorante “Al Netto” e il suo lungimirante proprietario Federico, presso il centro commerciale “I Melograni” a Roccaravindola (Isernia):




Fonte: MOLISE PROTAGONISTA: notizie, aziende ed eventi nella tua regione

(by Nicola)


Salmo 37:1


 

"Non adirarti a causa dei malvagi; 
non aver invidia di quelli che agiscono perversamente;
perché presto saranno falciati come il fieno
e appassiranno come l'erba verde"


(by Nicola)

Un mondo più giusto è possibile solo se si lavora per il bene comune



https://act.oxfam.org/italia/basta-con-i-paradisi-fiscali

(by Nicola)

martedì 14 marzo 2017

Perché una legge elettorale costituzionale e di tipo proporzionale?


 COMUNICATO STAMPA
Mercoledì 15 marzo, alle ore 11:30, presso la Sala Mancini del Comune di Campobasso, il Comitato molisano per il No alla riforma costituzionale terrà una conferenza stampa per illustrare le forme ed i contenuti della prosecuzione della propria attività. All'indomani della vittoria del No nel referendum del 4 dicembre, il Comitato ha, infatti, annunciato di non  voler dichiarare il "rompete le righe" ai propri sostenitori e di voler andare avanti ponendosi come obiettivo l'impegno per l'attuazione della Costituzione. In occasione della conferenza stampa che si sta annunciando, sarà presentata una petizione popolare per richiedere al parlamento l'approvazione di una legge elettorale proporzionale e verranno illustrate le ragioni del sostegno alla campagna per i due Sì nei referendum promossi dalla CGIL. L'effettività della democrazia e la garanzia dei diritti del lavoro sono, infatti, due temi fondamentali proprio per l'attuazione della nostra Carta costituzione. Alla conferenza sarà anche presente una rappresentanza della CGIL Molise, che parlerà alla stampa congiuntamente al Comitato, in particolare in merito al tema dei referendum sul lavoro.


N.B.: Il testo della petizione per la legge elettorale proporzionale è reperibile al seguente link https://www.change.org/p/restituire-la-sovranit%C3%A0-agli-elettori
(by Nicola)