martedì 28 febbraio 2017

5 secoli addietro, il 'monaco' Lutero vs Papa



Quando si discute di 'dio' si discute anche di re e di politica!

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 5


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi:
Alberto Micalizzi(Economista)



 Promotori

Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

Iscrizioni
http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

lunedì 27 febbraio 2017

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 4


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Stefano Fassina






 Promotori

Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

Iscrizioni
http://sovranitapopolare.it/

(by Nicola)

domenica 26 febbraio 2017

Dal Salento


 
 COMUNCATO STAMPA

Salento Riciclo: si prospetta il parere positivo della Provincia, decisione contraddittoria, incomprensibile e inquietante.

Il Forum Ambiente e Salute esprime profonda preoccupazione per le notizie apparse sugli organi di informazione (anch’esse invero contraddittorie) circa un presunto parere favorevole della Provincia sul procedimento di V.I.A. relativo all’impianto di produzione di compost da 27.000 tonnellate/anno della ditta Salento Riciclo srl in Galatina, Località Bruciate. Sulla questione la Provincia sta tenendo un atteggiamento contraddittorio, ad un progetto che appare viziato da vari fattori escludenti, formali e sostanziali.
Vi è preliminarmente una grave carenza di informazione e di trasparenza. Pur riguardando un progetto di grande impatto per l’ambiente e per le comunità locale, che se realizzato rischia di stravolgere la vocazione di un’area prevalentemente residenziale, le popolazioni locali sono state finora tenute all’oscuro della questione..
Restano poi gravi aspetti sostanziali che, se saranno confermate le notizie di stampa, pongono fondati dubbi sulla procedura seguita. Sulla proposta della Salento Riciclo srl gravano diversi motivi ostativi:
  • la presenza di case sparse nel raggio di 300 metri dall’insediamento, in contrasto con le norme sul Piano regionale dei rifiuti urbani;
  • l’incompatibilità urbanistica dell’area, classificata dal PUG di Galatina vigente come zona D5 “Cave e relativa industria di trasformazione”, che prevede la realizzazione di edifici “strettamente connessi alla lavorazione e trasformazione del prodotto lavorato”, e quindi incompatibili con le attività di compostaggio.
La Ditta interessata ha modificato il progetto da “impianto di compostaggio con produzione di compost di qualità” a “impianto per il trattamento di rifiuti speciali”; si eluderebbe così il vincolo della distanza dell’insediamento da case sparse.. Il titolo e la finalità del progetto restano quindi fuorvianti ed ingannevoli: escludendo la parte organica dei rifiuti urbani ed ammettendo solo rifiuti speciali, sarà arduo produrre “compost di qualità”, considerando sia la natura delle materie in ingresso, provenienti dagli scarti dei più disparati settori industriali, sia le percentuali di impurità consentite in ingresso, incompatibili tra l’altro con quelle fissate per l’ “ammendante compostato verde” o l’ “ammendante compostato misto” (D.Lgs 75/2010); mentre emerge la natura sostanzialmente speculativa dell’iniziativa, inizialmente spacciata come meritevole contributo alla carenza di impianti per lo smaltimento dei rifiuti organici di provenienza urbana.
D’altronde lo stesso proponente, prevede di poter smaltire il prodotto in uscita in discariche per rifiuti speciali, per cui la stessa Ditta ha già richiesto un’autorizzazione (sic!!).
Come abbia fatto la Provincia ad assecondare queste ardite evoluzioni progettuali è un mistero che andrà chiarito in ogni sede.
Pertanto si chiede ai Comuni interessati (Galatina, Galatone, Aradeo, Seclì) di fornire un’informazione adeguata alle comunità locali e di mettere in campo iniziative concrete ed efficaci di contrasto.
La Puglia ha bisogno urgentemente di veri impianti di compostaggio aerobico , in cui convogliare la parte organica dei rifiuti urbani, e non di ospitare ulteriori discariche di rifiuti speciali dalla incerta provenienza, con vantaggi per pochi e certi danni per il territorio ed i suoi abitanti.
 
 
FORUM AMBIENTE E SALUTE
 
(by Nicola)

sabato 25 febbraio 2017

Art. 284 Codice di Procedura Penale


http://www.futuromolise.com/figlio-francesco-schiavone-detto-sandokan-ai-domiciliari-provincia-isernia-molise-rifugio-boss-latitanti/

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 3


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi: Cesare Pozzi (Economista)


 Promotori
Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità (OML) - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia
 
Iscrizioni
 
 
 
(by Nicola)

venerdì 24 febbraio 2017

Verona. Si cancella dall'albo degli avvocati per fare il becchino

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 2


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi:
Luciano Barra Caracciolo


Promotori
Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

(by Nicola)

giovedì 23 febbraio 2017

Ringraziamo Federica per la segnalazione...


(by Federica)

La leggerezza della metroplitana leggera


Come mai non é prevista una fernata presso la stazione di Riaplimosani?
Attendiamo risposte!

(by Nicola)

ATTUARE LA COSTITUZIONE. Lavori dell'Assemblea Nazionale - 1


“Programma urgente per l’Attuazione della Costituzione"

Interventi:
Luigi De Giacomo e Paolo Maddalena


Promotori

Confederazione Sovranità Popolare - AequaFutura - ALEF - Alternativa Riformista Umbria - Amicizia e Libertà - Anadimi Onlus - Articolo 53 - Circoli Insieme Veneto - Comitato per il NO di Gubbio - Comitato per il NO Piegaro, Paciano e Panicale - Comitato Popolare Foligno Vota No - Comitato Popolare per il No Firenze - Comitato Popolare Perugia Vota No - CoNUP - Coordinamento dei Comitati per il No Valle del Serchio (Lucca) - Democrazia in Movimento - Federazione Solidarietà Popolare - Fondazione di Studi Celestiniani per la Pace - Iassem - Il Gabbiano - ImolaOggi.it – L’Altra Liguria - Megachip - Noi Sovrani - Osservatorio Molisano sulla Legalità - Pandora TV - Politici Cristiani - Programma 101 - Rigenerare la Democrazia

(by Nicola)

martedì 21 febbraio 2017

VERITA’ E GIUSTIZIA SUL DEBITO PUBBLICO ITALIANO


Assemblea nazionale di Cadtm Italia
(Comitato per l’abolizione dei debiti illegittimi)


Assemblea nazionale

Sabato 4 marzo 2017

c/o Spin Time Lab – Via S. Croce in Gerusalemme 55 -ROMA


ore 10.00 – 17.00

coordinano
Vittorio Lovera e Francesca Coin

Interventi divulgativi


Marco Bertorello “La trappola del debito”
Alex Zanotelli “Il debito e il sud del mondo”
Cristina Quintavalla “Le indagini (audit) sul debito pubblico locale”
Marco Bersani “Il debito contro le comunità locali”

 
Per confrontarsi su come costruire un'adeguata demistificazione della trappola del debito, organizzando un Centro Studi in grado di elaborare approfondimenti e proposte concrete su come uscire dall'economia a debito.


Per costruire strumenti di conoscenza e proposte per generalizzare le indagini popolari (audit) sul debito pubblico a livello cittadino, locale e territoriale.


Per confrontarsi su un programma di azioni concrete per uscire dalla trappola del debito.


Per affermare tutte e tutti che il nostro futuro è troppo importante per lasciarlo in mano alle banche.


Perché il ripudio del debito illegittimo diventi il denominatore comune di comitati e movimenti impegnati sui diversi fronti di lotta e di cambiamento sociale.

(by Nicola)

lunedì 20 febbraio 2017

Comunicato stampa PRC Isernia

 


  COMUNICATO STAMPA

La recente vittoria giudiziaria del sindacato CSA sul PM Scioli (Procura di Isernia) e il sig. Mancino (Polstrada di Isernia), è l’ennesima vittoria in difesa della democrazia e della giustizia nella nostra realtà locale.
Di Schiavi lamentava i seguenti abusi di potere a carico dei 3 agenti della polstrada, accaduti durante la deposizione a s.i.t. che stava tenendo su un’inchiesta relativa agli abusi di potere eccepiti in merito all’autovelox di Macchia l’illecito ed arbitrario sequestro del suo cellulareperché stava registrando”; l’aver violato l’obbligo di astensione, in quanto i tre agenti della polstrada che ricevevano la sit erano essi stessi potenziali indagati; l’aver impedito di far porre nel verbale le proprie risposte ed informazioni in merito alle illiceità dell’autovelox di Macchia.
Peraltro la Cassazione afferma che semmai è il poliziotto che non può registrare senza il consenso di chi rende la s.i.t,, mentre l’interrogato può registrare sia pure per sola sua tutela legale.
In ogni caso è abnorme sequestrare il cellulare di una persona sol perché un poliziotto pensa che essa stia registrando, come se allo stato di diritto si sostituisse lo stato di polizia arbitrario. Invero Di Schiavi eccepì anche l’illiceità in capo al Pm Scioli che aveva “autorizzato verbalmente” tale sequestro opposto come illecito e arbitrario.
Fece seguito il provvedimento di dissequestro con cui comunque si accertò che nessuna registrazione era stata fatta dal Di Schiavi, contrariamente a quanto avevano attestato i 3 poliziotti..
Ma chi prende in mano l’indagine sui tre della Polstrada denunciati per tale grave abuso?
Lo stesso Pm sig. Scioli, che a nostro avviso avrebbe dovuto astenersi perché aveva autorizzato, peraltro verbalmente, il sequestro finito sotto inchiesta; e costui chiede “l’archiviazione” della denuncia a carico sui tre della polstrada; la decisione del PM sig.Scioli fu opposta poiché priva di ogni pregio e senso giuridico, ma non vi fu nulla da fare col Tribunale di Isernia.
Poi il clamoroso paradosso kafkiano a cui ormai siamo abituati: lo stesso PM Scioli dopo aver “scagionato” i tre poliziotti accusati dell’abuso, chiese incredibilmente di mandare a processo Di Schiavi per una inesistente “calunnia”, senza che ve ne fosse alcun presupposto.
Il GIP ha ovviamente respinto per manifesta infondatezza la richiesta dello Scioli affermando il buon diritto del cittadino di denunciare per il vaglio dell’A.G. un abuso di potere da cui si ritiene leso che lo Scioli voleva negare. E’ elementare - per chi è della materia - che la calunnia c’è solo quando si incolpa una persona “pur sapendola innocente”, non bastando la semplice archiviazione della denuncia di chi comunque è convinto di esser leso. Dunque non si comprende da dove abbia tratto il PM Scioli la “prova psicologica” che nella testa del segretario CSA Di Schiavi vi fosse “la consapevolezza dell’innocenza dei poliziotti”. Ed infatti tale prova non c’è, bensì solo l’affermazione apodittica dello Scioli, basata sul solo fatto che fosse stata archiviata (da lui stesso) la denuncia del Di Schiavi. Se si applicasse la tesi dello Scioli, nessuno più avrebbe il coraggio di denunciare un abuso di potere da cui si ritiene leso, con conseguenze disastrose per le libertà democratiche.
Abbiamo da più parti deferito questo PM sig. Scioli al vaglio della Procura di Bari e al Csm come necessaria difesa legale della nostra libertà di azione politica e di espressione e se ne attende l’esito.
Ma la misura è colma: al di là della fondatezza sul piano giudiziario delle nostre deduzioni, il cui vaglio è demandato alla magistratura, il punto che poniamo alle masse della nostra provincia è sul piano sociale: organizziamoci per difendere questi spazi democratici da chi persevera la maldestra repressione per via giudiziaria, per colpire chi lotta legittimamente contro gli abusi di potere nella nostra realtà territoriale, dove invece dilagano traffico illecito di rifiuti, corruzione, saccheggio ambientale ed erariale, soprusi del potere pubblico, autovelox abusivi compresi, contro i lavoratori e la povera gente.
 
Lì, 19/02/2017 IL COORDINATORE Tiziano Di Clemente

(by Nicola)

domenica 19 febbraio 2017

Auguri, Francesco!


(by Nicola)

Il Parco degli Ulivi porta in tribunale quello Eolico



Il parco eolico proposto dalla società Enel Green Power, pensato tra gli ulivi di San Vito dei Normanni, arriva in Tribunale con undici imputati e una richiesta di danni, anche morali, presentata dal Comune indicato come parte offesa, nella persona del sindaco pro tempore, Domenico Conte.


(by Nicola)

Eolico nel Sannio. La richiesta di aiuto di Raffaele Pengue


Secondo Pengue, che era presente nei giorni scorsi a Campobasso, all’incontro per il Parco Nazionale del Matese: “si sta operando in spregio di tutele, leggi e buon senso. Tutti gli impianti di eolico industriale, erroneamente chiamati ‘parchi’ eolici, ricadenti nell'area Matese sono stati autorizzati su: aree SIC e ZPS, della Rete Natura 2000, Bacini Idrogeologici, Siti di Interesse Storico Archeologico, terreni soggetti ad Usi Civici per i quali non è stata avviata alcuna procedura di svincolo o cambio di destinazione d'uso. Inoltre: i termini di realizzazione, previsti nelle autorizzazioni per gli impianti in questione, sono tutti scaduti. l'avanzamento dei lavori procede senza neanche le più elementari regole di sicurezza, cartelli segnaletici o delimitazione aree”...


(by Nicola)

sabato 18 febbraio 2017

Si pronuncia 'Si-Ta' ma é il 'Pesce d'Aprile' 2017


Approvato in gran segreto dagli eurodeputati (408 voti a favore, 254 voti contrari e 33 astensioni) l'accordo nasconde ripercussioni serie sull'ambiente ma soprattutto sulla nostra salute:
 

1) rischio di ingresso di OGM e pesticidi attualmente vietati;

2) importazione di prodotti derivati da animali trattati con ormoni della crescita;

3) equivalenza delle misure sanitarie e fitosanitarie di Europa e Canada;

4) Glifosato, uno dei timori più fondati;

5) nelle mani del controllore senza controllo;

6) crescita economica irrisoria per l'Europa e perdita di posti di lavoro;

7) Investment Court System (ICS, sistema di tutela degli investimenti delle multinazionali).

(by Nicola)

 

 

 

 



IL MOLISANO OSTINATO E CONTRARIO TERZA EDIZIONE - 2017



Ormai da tre anni, Il Bene Comune organizza una serata di festa, durante la quale viene consegnato un premio al Molisano Ostinato e Contrario, a una persona che nel corso dell'anno precedente si
sia resa protagonista di un esempio di resistenza civile, indispensabile per recuperare il senso di cittadinanza andato progressivamente scomparendo fra il Trigno e il Fortore.
Quest'anno la commissione, formata da sole donne, ha deciso di istituire il “Premio Rigenerazione” da assegnare a Comuni e associazioni che si sono distinte con azioni significative di resilienza.
La serata, che si svolgerà il 24 febbraio prossimo all'Hotel Rinascimento di Campobasso (via Labanca 37) con inizio alle ore 20.30, vedrà la partecipazione musicale di Giuseppe Spedino Moffa e della Polifonica Monforte, oltre alle performance teatrali di Diego Florio e Roberto Barone.
La serata/cena ha un costo di 25 euro a persona.

(by Nicola)

giovedì 16 febbraio 2017

TIDO'IO e OML - COMUNICATO STAMPA


COMUNICATO STAMPA

Gli amici di TIDO'IO, da sempre attenti alle tematiche trattate da OML, ci riservano una qualificata presenza sui tablet collocati presso attività di alta frequentazione a Campobasso. 
Si tratta di un dispositivo che consente la visione online di qualsiasi giornale e rivista locale, nazionale ed estera.  
Grazie a questa collaborazione, avremo uno spazio che ci consentirà maggiore visibilità e permetterà a chiunque di informarsi sulle nostre attività, facilitando la "linea diretta con la segreteria di OML," sempre disponibile ad accogliere le segnalazioni e le richieste dei cittadini.
Al team di TIDO'IO, formuliamo gli auguri di sempre maggiori risultati.

Il presidente

mercoledì 15 febbraio 2017

Tu chiamale, se vuoi, corruzioni!



(by Nicola)

Assemblea pubblica Sanità in Molise

 
Alla luce di quanto accaduto e di quanto accade nella Sanità Molisana negli ultimi tempi (Chiusura di reparti nel pubblico;Trasferimento nel privato di interi reparti quali Oncologia e Cardiologia; Apertura di procedimenti disciplinari nei confronti di dipendenti ASREM che osano criticare la gestione politica della Sanità Regionale,come il Dott. Pastore) è indetta un'assemblea a cui i cittadini sono chiamati a portare il proprio contributo per contrastare la deriva in atto,che ci priva del diritto alla salute ed anche della libertà di pensiero e di parola garantiti dalla Costituzione.

(by Nicola)

martedì 14 febbraio 2017

Eolico a Morcone. Cantiere sequestrato!


https://www.facebook.com/groups/542736662485283/permalink/1286551654770443/?comment_id=1286624484763160&notif_t=group_comment_reply&notif_id=1487089185491206 

(by Nicola)

TiDoioOML

Di cosa si tratta?

Lo scoprirete nei prossimi giorni!

(by Nicola)
 

Molto prima di S. Valentino...

Come sei bella, amica mia, come sei bella! I tuoi occhi dietro al tuo velo sono come quelli delle colombe; i tuoi capelli sono come un gregge di capre, che pascolano sul monte Galaad.  I tuoi denti sono come un gregge di pecore tosate, che tornano dal lavatoio; tutte hanno gemelli, e nessuna di esse è sterile.  Le tue labbra sono come un filo di scarlatto, e la tua bocca è graziosa; le tue tempie dietro al tuo velo sono come uno spicchio di melagrana.  Il tuo collo è come la torre di Davide, costruita per un'armeria, su cui sono appesi mille scudi, tutti scudi di uomini valorosi.  Le tue due mammelle sono come due cerbiatti, gemelli di gazzella, che pascolano fra i gigli.  Prima che spiri la brezza del giorno e le ombre fuggano, me ne andrò al monte della mirra e al colle dell'incenso. Tu sei tutta bella, amica mia, e non c'è in te alcun difetto.  Vieni con me dal Libano, o mia sposa, vieni con me dal Libano! Guarda dalla sommità dell'Amana, dalla sommità del Senir e dell'Hermon, dalle tane dei leoni, dai monti dei leopardi.  Tu mi hai rapito il cuore, o mia sorella, sposa mia; tu mi hai rapito il cuore con un solo sguardo dei tuoi occhi, con uno solo dei monili del tuo collo.  Quanto è piacevole il tuo amore, o mia sorella, sposa mia! Quanto migliore del vino è il tuo amore e la fragranza dei tuoi olii profumati è più soave di tutti gli aromi!  O sposa mia, le tue labbra stillano come un favo di miele, miele e latte sono sotto la tua lingua, e la fragranza delle tue vesti è come la fragranza del Libano.  La mia sorella, la mia sposa è un giardino chiuso, una sorgente chiusa, una fonte sigillata.  I tuoi germogli sono un giardino di melograni con frutti squisiti, piante di alcanna con nardo,  nardo e croco, cannella e cinnamomo, con ogni specie di alberi d'incenso, mirra ed aloe, con tutti i migliori aromi.  Tu sei una fonte di giardini, un pozzo di acque vive, ruscelli che scaturiscono dal Libano. Lèvati, aquilone, e vieni, austro; soffia sul mio giardino, e i suoi aromi si effondano! Entri il mio diletto nel suo giardino e ne mangi i frutti squisiti! 

Cantico dei cantici

(by Nicola)

lunedì 13 febbraio 2017

Roma dei cittadini o Roma dei palazzinari? Con chi sta Virginia Raggi?

 
Aver annunciato in campagna elettorale la scelta di Paolo Berdini quale assessore all’urbanistica (assessorato chiave in una città devastata nei decenni dallo strapotere dei palazzinari e perciò dalla speculazione edilizia) è stata una delle chiavi del successo di Virginia Raggi e del consenso straripante con cui è stata eletta: ha infatti neutralizzato e anzi più che compensato le ombre diffuse proprio in campagna elettorale sulla sua figura per le notizie dei trascorsi nello studio Previti.

La stravagante espressione delle dimissioni di Berdini “respinte con riserva” fa temere che siano fondate le voci per cui il sindaco Raggi intende sbarazzarsi di un assessore che rappresentava e rappresenta il pilastro irrinunciabile del mantenimento delle promesse fatte agli elettori: l’adamantino NO alla protervia dei palazzinari che pretendono di accompagnare alla costruzione del nuovo stadio della Roma (stadio cui Berdini non è affatto contrario) uno scempio urbanistico da fantastilioni di metri cubi di torri giganti e altri orrori, che sfregerebbero ulteriormente la città e la renderebbero ancora più invivibile.

E’ su questo scempio aggiuntivo che si gioca la partita (è il caso di dirlo), ed è su questo orrore che mezza giunta è invece pronta a calare le brache, addolcendo e addomesticando il NO cristallino di Berdini nell’inciucio di una mera riduzione della cubatura della speculazione. Ecco perché il rifiuto senza e senza ma delle dimissioni di Berdini o la sua sostituzione o “commissariamento” comunque mascherati o surrettizi e comunque motivati, renderanno palese se Virginia Raggi vuole mantenere le promesse fatte ai cittadini e per le quali è stata eletta, o le tradirà facendo assistere i romani all’ennesimo verecondo lingua in bocca di un sindaco con i signori del mattone.
(pfd’a)

Pubblichiamo qui sotto il testo di un appello che chiede al sindaco la conferma di Paolo Berdini all’assessorato all’urbanistica con intatti poteri.

Lettera aperta a Virginia Raggi sindaca di Roma

"Non fermate il processo di riforma dell'urbanistica romana"


Non per amicizia ma perché stimiamo profondamente Paolo Berdini quale urbanista competente, coraggioso, schierato da sempre a favore degli interessi generali contro la piaga della speculazione, dell'urbanistica contrattata, dei peggiori abusi, chiediamo a lei, sindaca di Roma, di cancellare la "riserva" e di respingere in modo netto le dimissioni presentate da Berdini dal ruolo-chiave di assessore capitolino. Sarebbe un gesto di grande intelligenza politica.

Quanti credono che a Roma, dopo tanti, troppi anni di governo del territorio realizzato con l'assenso dei principali detentori di aree, dei maggiori costruttori e immobiliaristi, si debba risolutamente voltare pagine, la chiamata di Paolo Berdini nella Giunta capitolina da parte dell'attuale maggioranza rappresenta un atto di radicale novità e una garanzia di storica discontinuità rispetto ai pesanti fardelli e ai guasti speculativi del passato che hanno sfigurato Roma e cementificato l'Agro. Un incidente frutto di una desolante smania di "scoop" ad ogni costo non può, non deve bloccare un processo di riforma dell'urbanistica romana che può risultare davvero epocale. Si farebbe ancora una volta il gioco dei cementificatori e dei distruttori di Roma.

Alessandro Bianchi, Pier Luigi Cervellati, Nino Criscenti, Vezio De Lucia, Andrea e Vittorio Emiliani, Maria Pia Guermandi, Adriano La Regina, Elisabetta Kelescian, Eugenio Lo Sardo, Paolo Maddalena, Cristiana Mancinelli Scotti, Tomaso Montanari, Gaia Pallottino, Fulco Pratesi, Vittorio Roidi, Bernardo Rossi Doria, Carla Sepe.

(10 febbraio 2017)

Fonte: MicroMega

(by Nicola)

mercoledì 8 febbraio 2017

Da Caravaggio a Warhol

(by Nicola)

COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPA

La ASREM ha assunto un provvedimento disciplinare nei confronti del dottor Lucio Pastore, che svolge le proprie funzioni di medico presso il pronto soccorso dell’ospedale di Isernia, il quale in un articolo ha denunciato le condizioni di mal funzionamento in cui versa il servizio sanitario regionale, a causa delle politiche nazionali di taglio alla spesa e della cattiva organizzazione del servizio da parte della Regione.
Il dottor Pastore giustamente denunciava il disagio dei pazienti, che, in questa situazione, non trovano una adeguata e tempestiva risposta ai loro bisogni di cura e il contestuale disagio del personale della sanità, che cerca di dare risposte a questi bisogni in un contesto di destrutturazione dei servizi, che sempre più devono far fronte a carenze di organico, di attrezzature e di posti letto.
Il Partito della Rifondazione Comunista de Molise, nel manifestare piena solidarietà al dottor Pastore, evidenzia il carattere antidemocratico del regolamento in base al quale è stato assunto il provvedimento, che pretende di limitare il diritto alla libera espressione dei dipendenti della ASREM, vincolandoli ad un incostituzionale patto di omertà aziendale.
E’ amaro constatare, che un simile episodio si sia manifestato all’indomani dell’ampio pronunciamento popolare in difesa della Costituzione e dei suoi principi di libertà e di dignità del lavoro.

SILVIO ARCOLESSE
SEGRETARIO PRC MOLISE 

(by Nicola) 

'Atlante delle stragi nazifasciste.' C'é anche il Molise

Le stragi in Campania e Molise 

https://www.youtube.com/watch?v=hISYZ8j9t2s


Link Atlante delle stragi nazifasciste
http://www.straginazifasciste.it/

(by Nicola)