martedì 30 agosto 2016

Elezioni Provincia di Campobasso


 

Il vincitore, non l'"eletto", sarà anche il perdente!

(by Nicola)

Molisannio. Fronte comune contro trivelle e pale eoliche

 
Buongiorno a tutti,
e intanto un ringraziamento da parte nostra per la presenza e la forte testimonianza a favore del territorio, come cittadini ed organizzazioni.
Questa prima mail inizia a costruire una mailing list che chiediamo di ampliare coinvolgendo tutti quelli che nel "Molisannio", cittadini ed organizzazioni, vogliano lavorare con Paolo Maddalena, sia per le iniziative locali, intanto, che per quelle nazionali che vi segnaleremo.
Quindi se ognuno di voi può inviarci nome e cognome con mail e telefono di persone che vuole che siano aggiunte a questa mailing list, può farlo da subito (a noi mancano ad esempio nomi e riferimenti di persone che il 29 erano presenti, oppure il 28 come l'Avv. Balletta).
Dopo l'incontro del 29, che come promesso ha cercato di dare concretezza alle cose da poter fare insieme, con Angela Maria Zeoli stiamo lavorando per la convocazione, da parte sua, di un incontro operativo per le trivelle con i Sindaci interessati, ed ovviamente organizzazioni locali e nazionali.
Naturalmente, una volta definita la data, sarebbe importante incontrarci anche per l'aspetto che riguarda i "parchi eolici" che è stato al centro del nostro confronto del 29.
Per semplificazione estrema riporto qui le due prime tracce (da verificare e perfezionare con l'individuazione di uno o più legali che vogliano essere disponibili) sui due fronti aperti sui quali si è concentrata la discussione del 29:
- Fronte Trivelle
Impugnazione di atto amministrativo al TAR, per la remissione alla Corte Costituzionale (entro 60 gg. dall'atto, che può essere anche un atto di esproprio) da parte di associazioni nazionali ambientaliste, comitati ed associazioni locali, cittadini, Comuni.
- Fronte Eolico
Impugnazione davanti al giudice ordinario (ipotesi: unico mega parco eolico, ottenuto mediante più micro-progetti > Es: tutela del paesaggio come bene demaniale di proprietà collettiva)
Rimanendo a disposizione, grazie ancora e buon lavoro

Luigi De Giacomo
Segreteria di Paolo Maddalena
Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale
 
(by Nicola)

Territorio. Il nostro bene comune - Prima parte


(by Nicola)

Campobasso nelle cronache del ventennio

(by Nicola)

lunedì 29 agosto 2016

TTIP. Trattativa fallita!


 
"Ritengo che i negoziati con gli Stati Uniti siano 'de facto' falliti."
Sigmar Gabriel - Ministro dell'Economia tedesco

(by Nicola)

Territorio. Il nostro bene comune


Sala gremita, dalle 18:30 alle 21:30, per l'incontro dibattito tenuto dal Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale Paolo Maddalena.
Nelle prossime ore il nostro video.

(by Nicola)

domenica 28 agosto 2016

Mentre in Molise si vuole smantellare la linea 'Bosco Redole - Pietralcina' per farne una pista ciclabile, in Olanda nasce il "vagone biblioteca”


Oltre ai libri, l’intero vagone è allestito come una vera e propria biblioteca mobile.
Il viaggiatore è anche invitato a lasciare un proprio libro in eredità alla biblioteca del treno, così da aumentare il catalogo e soddisfare il maggior numero possibile di viaggiatori.
L'Olanda possiede una estesa rete ferroviaria che raggiunge anche le localitè minori. Intercity, treni rapidi e locali sono in grado di raggiungere facilmente paesi, luoghi storici, attrazioni. 

https://www.youtube.com/watch?v=g965L3rMAGE 

(by Nicola)

sabato 27 agosto 2016

Leopoldi

(by Nicola)

Terremoto. 'Il Fatto Quotidiano' intervista Don Antonio Di Lalla


'La magistratura non ha avuto il coraggio mostrato altrove.'

http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/api_3904266.pdf 

(by Nicola)

La Geenna di Roma


Quest’articolo parla di un’emergenza che forse è solo una questione annosa ma non irrisolvibile, di una politica che spesso fa proclami invece di accompagnare processi complessi, di un argomento per nulla semplice da capire come la gestione dei rifiuti su cui però è bene farsi una propria idea accurata perché ci coinvolge tutti, di una grande buca esistente fino a tre anni fa e che permetteva di fingere che tutti questi problemi non ci fossero...

http://www.internazionale.it/reportage/christian-raimo/2016/08/26/roma-rifiuti-malagrotta

(by Nicola)

(A)Matrice

(by Nicola)

venerdì 26 agosto 2016

Fuori dalle... pale

https://issuu.com/terredifrontiera/docs/lug-ago-2016_5ac23d6558b3c9/1?e=24260849%2F37383395

(by Nicola)

Il Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale domenica a Morcone


Paolo Maddalena, Vice Presidente Emerito della Corte Costituzionale, e giurista e costituzionalista di riferimento nazionale per le tematiche dell'ambiente e del territorio, presenta, domenica 28 agosto, alle ore 18,30 a Morcone (BN), i suoi due libri "Territorio bene comune degli Italiani" e "Gli inganni della finanza", che rappresentano la sua testimonianza in favore del territorio italiano, dell'ambiente e della sovranità popolare.
L'incontro è aperto al pubblico. I cittadini e le organizzazioni sensibili a queste tematiche sono invitate a diffondere e partecipare: un'occasione unica per poter dialogare direttamente con Paolo Maddalena.

Inoltre la mattina del 29 agosto, alle ore 11,00, Paolo Maddalena sarà lieto di mettersi a disposizione di comitati, associazioni e organizzazioni che volessero chiedere supporto e confrontarsi su temi specifici, presso l'Agriturismo Di Fiore, località c/da Coste-Galli, 200, Morcone (BN).

 

Info e richieste: 333.4905495 / gigidegiacomo@hotmail.it 

(by Nicola)

giovedì 25 agosto 2016

Terremoto. Ecco cosa serve



(by Nicola) 

Referendum, il No spiegato da Alessandro Pace

 

1– “La riforma è un azzardo, ecco perché”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/08/20/referendum-il-no-spiegato-da-alessandro-pace-1-la-riforma-e-un-azzardo-ecco-perche/553813/?pl_id=1&pl_type=category 

2- “Violano la sovranità popolare”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/08/21/referendum-il-no-spiegato-da-alessandro-pace-2-cosi-violano-la-sovranita-popolare/553820/?pl_id=1&pl_type=category 

3- “Senato delle Autonomie? Falso”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/08/21/referendum-il-no-spiegato-da-alessandro-pace-3-senato-delle-autonomie-falso-ecco-perche/553913/?pl_id=1&pl_type=category

4- “Il cortocircuito Stato-Regioni”

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2016/08/23/referendum-il-no-spiegato-da-alessandro-pace-4-stato-regioni-perche-non-funzionera/554132/?pl_id=1&pl_type=category 

(by Nicola)

Terremoto. Attivato 'Punto di raccolta" presso Terzo spazio

 (by Nicola)

Le soluzioni dell'URP

 
 
"... Si tratta di strutture che rendono più semplici le cose al cittadino... quando si ha un reclamo da presentare, l'Urp, ovvero lo sportello del cittadino si attiva per aiutare, orientare, informare, trovare tutte le soluzioni possibili..."
 
Trovate la soluzione a questo!

(by Nicola)

Er Monnezza



(by Nicola)

lunedì 22 agosto 2016

Il socialismo può solo arrivare in bicicletta. (José Antonio Viera Gallo)




91 milioni di euro stanziati per 1.500 Km di 'nuove' piste ciclabili (Masterplan della viabilità per le biciclette) e, cosa più importante, immediatamente spendibili.
Chi scrive ormai si sposta solo in bici, anche se con pedalata assistita; ha percorso negli ultimi 12 mesi oltre 4.000 Km (quasi tutti per spostarsi dalla propria abitazione in città e viceversa).
Nuoto, corsa e ciclismo i tre sport consigliati per evitare disturbi cardiaci. Alla luce di quanto succede in ambito sanitario in questa regione...

P.S.
Le grandi opere per le bici costano un millesimo di quelle per i treni o per le auto. 
L'arrivo del socialismo in Molise interesserà a qualcuno?
Noi continueremo a pedalare, sempre, con immenso piacere!

(by Nicola)

Cessi, latrine, cloache


Questi i termini più appropriati per definire 'i bagni' del Cardarelli.
Urina a terra, sciacquoni che non erogano acqua, assenza di sapone e asciugamani di carta.
Più che fare tanta 'plin plin' viene voglia di mandare 'a cagare' qualcuno!
Chi controlla? Chi risponde di questo stato di cose? Perché la Regione, con i soldi dei molisani, continua ad assegnare solo 'premi di produzione?'

(by Nicola)

Dopo il 'Furioso' ... l'Ambivalente

(by Nicola)

sabato 20 agosto 2016

A settembre, con 20 anni di ritardo, a Campobasso 'dovrebbe' partire la differenziata


Il “Coordinamento Regionale 'LRZ' Molise” circa un anno addietro ha inoltrato al Comune capoluogo la bozza di “DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE PER IL PERCORSO 'VERSO RIFIUTI ZERO'."


La proposta era incentrata sulla raccolta domiciliare dei rifiuti capace di garantire elevate quantità di materiali “puliti” che per Legge non possono andare in discarica / agli inceneritori ma “devono” essere riciclati!


Un nuovo sistema incentrato sulla:


1- “circolarità” - come previsto dall'Unione Europea;


2- “partecipazione attiva” dei cittadini.


L'adozione del provvedimento avrebbe potuto consentire al Comune di Campobasso di essere capofila in Molise nel percorso “verso rifiuti zero.” Lo stesso, infatti, avrebbe potuto permettere di raggiungere in tempi rapidi i livelli minimi di raccolta differenziata previsti per Legge (65%) e di riflesso dare risposte concrete alla “Cultura dello scarto” già condannata nel 2013 da Papa Francesco.


Il supporto tecnico-scientifico della organizzazione del servizio sarebbe stata garantita, gratuitamente, dagli esperti del “Movimento Legge Rifiuti Zero e di Zero Waste Lazio.“ 
Al riguardo mai nessuna comunicazione é pervenuta al  “Coordinamento Regionale 'LRZ' Molise” da parte del Comune! 
(by Nicola)

venerdì 19 agosto 2016

Dal 22 agosto finiranno le 'seccature'

 
A decorrere dal 22 agosto 2016 il Ministero della Salute - Uff. 7 Sicurezza e regolamentazione dei prodotti fitosanitari - in esecuzione (UE) 2016/1313 della Commissione del 1° agosto 2016 ha decretato le seguenti disposizioni di modifica delle condizioni d'impiego dei prodotti fitosanitari contenenti il principio attivo glifosato, alias "seccatutto":
a) revoca dell'impiego nelle aree pubbliche quali: parchi, giardini, aree ricreative, campi sportivi, cortili e aree verdi di plessi scolastici, aree gioco per bambini e aree adiacenti strutture sanitarie;
b) revoca dell'impiego in pre-raccolta al solo scopo di ottimizzare il raccolto o la trebbiatura.
In breve, è revocata dal 22 agosto l'autorizzazione all'immissione in commercio ed impiego dei prodotti fitosanitari contenenti il p.a. glifosato ed il suo principale coformulante AMPA.

Queste misure precauzionali interesseranno anche l'ingresso in Italia di prodotti stranieri trattati col glifosato in pre-raccolta (pre harvest)  come ad es. il grano duro proveniente dal Nord America e Canada.
Un appunto. La quantità di glifosato negli USA è passata dai quasi 6 milioni di kg del 1995 ai 113 milioni del 2014. Il 74% del glifosato utilizzato dalla metà degli anni 70 del secolo scorso ad oggi, è stato applicato negli ultimi 10 anni.

Ciò sta a dimostrare che, l'attenzione, l'unità di tante associazioni, dei tantissimi cittadini-consumatori, alla fine ripaga.
Come ha ripagato il messaggio che è passato relativo all'olio di palma creato da una fitta rete d'informazione tale da annullare qualsiasi iniziativa delle multinazionali interessate.

Questa è la strada che il popolo italiano deve intraprendere con azioni civili e di conoscenza, e le stesse istituzioni ad impegnarsi  per tutelare e non accettare passivamente ciò che altri, a torto, vogliono imporre; affinché  possano essere  tracciate e percorse quelle linee obbligate da rispettare a tutela della salubrità alimentare ed ambientale.
Deve essere realmente operante il principio di precauzione che vige in Europa con controlli più serrati.
Questo è la strada da percorrere per tutelare e valorizzare, con la tracciabilità, il vero Made in Italy. La concorrenza sleale non può appartenere alla vera agricoltura. 

Non si può chiamare di qualità un prodotto che a detta degli stessi produttori, con un raggiro agronomico, può contiene più glutine ma, allo stesso tempo, è un veleno che nuoce alla salute.
Un esempio potrebbe essere il grano duro trattato in pre harvest col glifosato,"seccato" in modo artificioso e non maturato in modo naturale.

Entrando nello specifico: la qualità del chicco di grano.
Con questo metodo di maturazione (?) non c'è nulla di naturale visto che gli stessi farmer americani lo asseriscono.  Con il trattamento in pre harvest il grano non è più idoneo alla risemina in quanto c'è una forte riduzione della germinabilità e la eventuale nascita del chicco può avvenire con plantule deformi. Ad essere chiari: il chicco è sterile.
Ed ecco i nodi al pettine e le domande che si pongono:  - Se il chicco di grano è sterile, che azione svolge il glifosato al suo interno e quindi cosa comporta per le proteine, per  le vitamine, i composti fenolici, i sali minerali in esso contenuti?  - Cosa mangia realmente il consumatore?
Si attendono risposte da chi di competenza, regionali o nazionali che siano.

Non si può umiliare, prendere per i fondelli un'intera nazione,  un mondo contadino che opera in modo leale e non con carte truccate!

E' giunto il momento che quel legame tra sicurezza alimentare per i consumatori e il giusto reddito per i produttori si concretizzi e si rafforzi sempre più, a vantaggio di tutti e non certo per quelli che ci vogliono annettere ai loro interessi imperialisti (vedasi i tossici accordi TTIP e CETA), da sudditi-operai per il land grabbing (l'accaparramento delle terre),  o peggio, da schiavi-colonizzati per le vendite in dumping (sottocosto); cioè da sottomessi a vita.
Non può e non deve essere così, visto che il vero schiavo (i tanti, "gli svenduti", cavallini di Troia) è colui che difende il padrone, perché è quello che non è più capace d'immaginarsi la libertà, la sua indipendenza intellettuale. Non è possibile comportarsi come gli struzzi che nascondendo la testa sotto la sabbia pensano di non essere visti. E' ora che si aprano gli occhi.

Un minimo accenno a proposito delle osservazioni fatte in merito al grano duro italiano dal sig. Oscar Farinetti, il patron di Eataly.
Forse l'Agricoltura, quella che veramente produce in qualità e salubrità e non quella che solo commercializza (la sua), l'ha vista, sfortunatamente per lui, da molto lontano. Per osservarla, amarla e rispettarla occorrere sicuramente ben altro. Intanto, buon per lui, si cibi di grano canadese.
                                                                                                   Giorgio Scarlato

(by Nicola)

40° Congresso straordinario del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito presso il penitenziario di Rebibbia

 
Da giovedì 1 settembre (a partire dalle ore 14) a sabato 3 settembre, a Roma, presso il penitenziario di Rebibbia.
Ordine del giorno:
•     relazione del Tesoriere;
•     saluti istituzionali del Ministro della Giustizia, del Direttore del DAP, del Direttore del penitenziario di Roma Rebibbia;
•     approvazione dell'ordine dei lavori, dell'ordine del giorno, del regolamento congressuale;
•     dibattito generale sullo stato del Partito;
•     Eventuali modifiche statutarie proposte in Congresso;
•     Approvazione della mozione;
•     Elezione degli organi.

(by Nicola)

giovedì 18 agosto 2016

Petrolio e gas, ovvero 'La maledizione del vincitore'




Il mercato delle licenze (aste) per estrarre petrolio e gas  ha fatto guadagnare ai governi - e di riflesso avrebbero dovuto far risparmiare ai contribuenti -  miliardi di euro.
Viceversa ha caricato le aziende vincitrici di... debiti che difficilmente potranno essere trasformati in profitti a breve termine.
Progettate da eminenti economisti con l'intento di neutralizzare 'la maledizione del vincitore' (in pratica chi ha vinto l'asta é paradossalmente il perdente perché ha dovuto spendere più degli altri), richiederanno alcuni anni prima che il vero valore delle licenze sia rivelato dal mercato e fino ad allora sarà difficile per i governi resistere alle richieste di sconti e 'aiuti' da parte delle aziende in crisi.
Probabilmente solo il ministro Galletti e l'attuale governo sembrano  all'oscuro di tutto. Non a caso concedono proroghe 'straordinarie' alle Compagnie per richiedere le autorizzazioni. 

P.S.
In Molise sono state presentate oltre 80 richieste da parte di Compagnie petrolifere.

(by Nicola)

martedì 16 agosto 2016

Dell'Ambiente non vi interessa nulla! Di 4.500 miliardi di euro?


A proposito, la raccolta differenziata a Campobasso che fine ha fatto? 
Tranquilli, anche quest'anno i campobassani pagheranno 7 milioni di euro!
 (by Nicola)

Biodiversità in versi di-Vini



 
(by Nicola)

Il vangelo secondo 'Matteo'

 
"La messe è grande, ma pochi sono gli operai" (Matteo 9:37). 

"Pregate dunque il Signore della mèsse che spinga degli operai nella sua mèsse" (Matteo 9:38). 

P.S.
 "... Così è della mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non torna a me a vuoto, senza aver compiuto quello che io voglio, e menato a buon fine ciò per cui l'ho mandata." (Isaia 55:11)

(by Nicola)

lunedì 15 agosto 2016

Referendum. Se vince il 'SI' 4.498.000 poveri potrebbero ricevere ... 30,5 centesimi al giorno!




"Quante scemenze dovranno ancora dire prima che l’opinione pubblica si renda conto che la Repubblica è nelle mani di irresponsabili, nel migliore dei casi, o di presuntuosi che vogliono diventare padroni incontrastati dello Stato usando la forza, come nel caso delle epurazioni alla RAI, e gli inganni?"


(by Nicola)

FERRAGOSTO: AUGUSTO + AUTPERTO

 (by Nicola)

sabato 13 agosto 2016

Working class without work


L'ultimo film di Ken Loach.

(by Nicola)

Piscina Aeserniensis

Riceviamo e pubblichiamo



La piscina comunale di Isernia sarebbe dunque incompiuta al punto che occorrerebbero 300 mila euro di nuovi lavori per renderla fruibile.
Intanto appare singolare che tale asserito dato si scopra ex abrupto solo oggi, rivelato dal neo assessore comunale al ramo, su probabile relazione dell’Ufficio tecnico comunale.
Si parla, oggi, di rifacimento del tetto: ma se ciò fosse vero, vorrebbe dire che esso non è stato realizzato a regola d’arte e, se così fosse, perché deve pagare la collettività e non i responsabili?
E ancora: se l’opera è stata progettata in via preliminare, come mai si sfora di 300 mila euro rispetto all’appalto originario facendola rimanere incompiuta? Il progetto era errato o i fondi sono stati utilizzati per fini non appropriati?
Eppure, ai tempi della ex Giunta Brasiello, sapevamo che – salvo cortese smentita – mancavano solo l’attivazione dell’impianto di deumidificazione e piccole opere per la pavimentazione: come è possibile che ora si debba arrivare ad ulteriori 300 mila euro ?
Proponiamo pertanto che sia fatta una verifica sotto controllo popolare di tali ulteriori asserite necessità quantificate in 300 mila euro, che siano accertate le responsabilità di tale situazione anche al fine di risarcire la collettività, che siano comunque al più presto ultimati l’impianto deumidificazione e la pavimentazione della piscina (il che non pare opera impossibile) e, infine, che sia comunque garantito un accesso al servizio anche alle famiglie meno agiate.
Non solo: se si parla di “project financing” per tale asserita restante di 300 mila euro vuol dire che un imprenditore potrà impossessarsi della struttura di un valore superiore a quello da egli finanziato, e che applicherà tariffe non propriamente “popolari” , atte a recuperare l’esborso più il profitto, per non parlare di soldi pubblici che a vario titolo che non mancano mai in favore dei padroni del mercato.
Non è che, tanto per cambiare, il moto perpetuo di queste lievitazioni di costi di opere perennemente incompiute, più che per nobili fini collettivi è il solito inchino alla legge del profitto di quelle cordate imprenditoriali che a Isernia ruotano intorno al torbido mondo delle privatizzazioni e degli appalti?
In altri termini ci risiamo: al Comune di Isernia si iniziano opere il cui costo è sempre indeterminato, quasi da predestinare ab origine la costruenda opera a rimanere incompiuta con tutti i danni alla collettività che derivano da tale “nefasta prassi”: le opere folli, come il mega spropositato auditorium e il “Lotto Zero” (2 gallerie e 8 viadotti per collegare inutilmente i bivii di Pesche e Miranda), docet. Per non parlare quando, ai tempi della giunta di destra del nefasto decennio 2002-2012 si sono affidarti appalti milionari senza neanche fare la gara.
Quanta occupazione e quanti servizi in più, quanta qualità di vita in più vi potrebbe per la città di Isernia essere senza questa mala gestio operata dalle giunte comunali, alias comitati esecutivi della borghesia pentra ?

 
Lì, 12/08/2016 IL COORDINATORE Tiziano Di Clemente
(by Nicola)

venerdì 12 agosto 2016

Filii meretricis

 http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_8104402.pdf

(by Nicola)

216mila litri di gasolio al mese


E' questo il quantitativo di carburante 'bruciato', ogni mese, dai treni (sic) che collegano (arisic) il capoluogo con la capitale e viceversa.
Da tempo abbiamo chiesto che la rete ferroviaria sia elettrificata a patto che non ci sia... 'conflitto di interessi!'
Attenzione anche alla Bosco Redole - Pietrelcina: vogliono smantellarla  per farne una... pista ciclabile!  La mamma dei cretini è sempre incinta.

(by Nicola)

mercoledì 10 agosto 2016

Fumus... Costitutionis, ovvero Referendum e CO2

Riforma del Titolo V. Nuova attribuzione di poteri tra Stato e Regioni in materia di energia. Quali effetti sull'ambiente? 
Dato che l’intervento legislativo va in direzione di un superamento di forza del ruolo decisionale degli enti territoriali e locali, come si discuterà della dismissione delle centrali termiche Enel sul territorio, della loro sostituzione con fonti rinnovabili, del contributo effettivo al raggiungimento di quella riduzione del 33% di CO2 prevista dall’adesione dell’Ue agli accordi di Parigi, del miglioramento ambientale e dell’impatto coi piani paesaggistici e di governo del territorio? Confusione più assoluta!


(by Nicola)