lunedì 30 gennaio 2012

PIRANI (LA REPUBBLICA): "NEFASTE DEVASTAZIONI EOLICHE". ORNAGHI (BENI CULTURALI) DEVE ASCOLTARE "I TRE SAGGI" PER TUTELARE SEPINO, PIETRABBONDANTE, IL TRATTURO. IN PRATICA IL MOLISE!

 
http://www.osservatoriolegalita.it/html/content.php?id=rsa&art=6739117

http://oml2010.blogspot.com/2012/01/per-la-protezione-di-complessi.html

http://oml2010.blogspot.com/2012/01/tribunale-di-campobasso-domani-31.html


(by Nicola)

31 gennaio - Ore 10.30: TUTTI DAVANTI AL TRIBUNALE DI CAMPOBASSO - Conferenza stampa (atto opposizione richiesta archiviazione inchiesta eolico selvaggio in Molise)


http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/cst_4497435.pdf

 http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_1734867.pdf

(by Nicola)

ESCLUSIVO/ La relazione integrale della DDA di Campobasso: dalle mafie alla tratta di esseri umani, è un Molise dal volto tumefatto

DDA sta per Direzione Distrettuale Antimafia. Oggi proponiamo, in esclusiva per i lettori di Infiltrato.it , un documento sconcertante, che fotografa la realtà di un territorio – il Molise – piagato da mafie italiane e straniere, estorsioni, usura. Appalti truccati. Traffico di sostanze stupefacenti a livelli metropolitani (vista la densità demografica) che sta distruggendo un intero tessuto sociale, intaccando persino il futuro delle nostre terre...

 

http://www.infiltrato.it/inchieste/molise/esclusivo-la-relazione-integrale-della-dda-di-campobasso-dalle-mafie-alla-tratta-di-esseri-umani-e-un-molise-dal-volto-tumefatto 

(by Nicola)

L'ERA DELLA LEGALITA'


L'ORA della LEGALITA'
Tutti i giorni da lunedì a venerdì
Terzio spazio, via Mazzini 38/A
(palazzo della Ventura) - Campobasso
 dopo le 20:30
 segreteria@osservatoriolegalita.it
388.900 31 51


(by Nicola)

sabato 28 gennaio 2012

I danni neurologici provocati dagli aerogeneratori.

Appennino Emiliano


Fonte:  viadalventoeolico in data 16/lug/2009
In Molise
Testimonianze
http://www.radioradicale.it/scheda/339592
(Interventi ---> Antonio Colucci)





Fonte: Osservatorio Molisano sulla Legalità

S O S T I E N I
  SCARICA, COMPILA  
E INVIA IL MODULO

(by Nicola)

venerdì 27 gennaio 2012

I Beni ai quali non vogliamo alcun bene!

Riceviamo e pubblichiamo

Sabato 28 gennaio - ore 17.00 - Rai 2 per gustare (depurate dalle schifezze) i nostri Beni ai quali non vogliamo alcun bene!
 
http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/cst_8545054.pdf


"Sereno Variabile"  fa tappa in Molise, precisamente in provincia di Isernia (Venafro, Scapoli, Castel S. Vincenzo)
 
 http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-62322978-5abe-4420-bb86-9ff4030918ab.html#p=0

(by Nicola)

Al Presidente AIIG Molise


(by Nicola)

Con l'inizio del nuovo anno sociale, OML comunica

 Comunicato stampa

  L'OML (Osservatorio Molisano sulla Legalità) 

ringrazia tutti gli Organi di stampa 
che durante il 2011 hanno supportato 
le attività svolte dal sodalizio 
http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_5635512.pdf
e quanti, Soci e non, si sono spesi gratuitamente 
per portarle avanti. 

Con l'inizio del nuovo anno sociale, OML comunica che:

1) sono aperte le iscrizioni per l'anno 2012.
E' possibile reperire la domanda di adesione 

collegandosi al sito: 
http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/Domanda_ammissione_OML.pdf 
 ed inviarla a segreteria@osservatoriolegalita.it
oppure telefonare al numero 388.900 31 51
in alternativa recarsi presso la sede 

("Terzo spazio" -  via Mazzini 38/A, Campobasso) 
tutti i venerdì a partire dalle 20,30;

2) è impegnato ad organizzare 

" Il Gruppo di Acquisto Solidale" (G.A.S.), 
strumento della "Filiera della Legalità".
   "Il Gruppo" avrà inizialmente lo scopo 

di fornire prodotti di prima necessità, 
di altissima/alta qualità molisani, al costo più basso!
   Per iscriversi (sarà data precedenza ai Soci):
       www.osservatoriolegalita.it/allegati/api_3999754.pdf
e inviare a segreteria@osservatoriolegalita.it


mercoledì 25 gennaio 2012

PER LA PROTEZIONE DI COMPLESSI MONUMENTALI ANTICHI DEL MOLISE (DA IMPIANTI EOLICI)

COMUNICATO STAMPA 


Adriano LA REGINA     


  Antonio PAOLUCCI   

Salvatore SETTIS


http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/cst_8398741.pdf

(by Nicola)

RICORDANDO GIUSEPPE FAVA


 Fonte: libero79 in data 20/lug/2007

“Della passione di Gesù Cristo che visse duemila anni fa sappiamo tutto. Della passione di Michele Passanisi, vita e morte di Michele Passanisi, non sappiamo niente. Un uomo come milioni. Ehè! Tutto ciò è molto scomodo per la giustizia”. 

(by Nicola)

I Cantieri de la Memoria

(by Nicola)

RIPRENDETEVI LA RAI!


...Tra gli interventi venuti fuori durante il dibattito quello di Eliseo Trombetta dell'Osservatorio Molisano sulla Legalità.  

"Abbiamo chiesto da tempo - ha dichiarato - di conoscere l'organigramma della Rai. Volevamo sapere chi ci lavora e quanto viene pagato. Ma nessuno ci ha mai risposto".

(by Nicola)

martedì 24 gennaio 2012

Omaggio dell'Osservatorio Molisano sulla Legalità alla "Rete contro l'eolico selvaggio in Molise"


Fonte: Osservatorio Molisano sulla Legalità

(by Osservatorio Molisano sulla Legalità)

CONTRO L'EOLICO IN MOLISE


Hanno confermato la propria presenza (in ordine di adesione):
Michele Petraroia, Libera, Italia Nostra, L'Altritaliambiente, Comitato S. Giuliano di Puglia, AIIG Molise, Comitato S.M. della Strada, CNP, OML, UILBAC, SIPBC-Molise, ISTITUTO ITALIANO DEI CASTELLI Molise

Programma

(by Nicola)

domenica 22 gennaio 2012

ANCHE I MOLISANI DI "DIGNITA' SOCIALE" SI SONO ROTTI "LA MINCHIA"!

Agricoltori e autotrasportatori in protesta hanno avviato un presidio a oltranza allo svincolo fra la S.S. 87 e il casello dell’A14 di Rio Vivo. 

Non è il "Movimento dei forconi" nato in Sicilia ma "Dignità sociale" che chiede l’abbassamento del costo dei carburanti e l’eliminazione del corridoio verde. 

«Non si può andare avanti così, vogliamo risposte» fa sapere il vice presidente nazionale, il larinese Domenico Zeoli. 




http://oml2010.blogspot.com/2012/01/il-lomabrdo-siculo.html

(by Nicola)

ADERISCI AL "GRUPPO DI ACQUISTO SOLIDALE" (GAS) DI OML



(by Ali, Oli's grandparents and... "Homer")

sabato 21 gennaio 2012

INTERNET E INFORMAZIONE

Riceviamo e pubblichiamo

Continua a riscuotere successo, la proposta di legge di iniziativa popolare in materia di riduzione dei costi degli apparati politici e amministrativi, grazie soprattutto alla rete Internet veicolo di notizie e di idee.

Il popolo molisano, aveva riposto fiducia e speranza nella finanziaria regionale, con  tagli netti e consistente ai privilegi delle caste, cosa che non è avvenuta. Come al solito la montagna ha partorito il topolino.

Un altro politico della provincia di Isernia, si è reso disponibile a raccogliere le firme per il Comitato, è il Consigliere Provinciale Prof. Antonio Sorbo.

Il "Comitato Aboliamo i Privilegi", lo ringrazia per la sensibilità dimostrata.


Il Presidente del "Comitato Aboliamo i Privilegi"
Giovanni MUCCIO

I TRE CONCETTI DI GIUSTIZIA


Fonte: caritasticino in data 01/mar/2010

(by Nicola)

NEL PAESE DEI DUE RE TUTTI GLI ALTRI SONO SUDDITI


Fonte: Il Fatto

(by Nicola)

venerdì 20 gennaio 2012

Il "Lombardo" siculo e il Molise

Il presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, mente sapendo di mentire quando dice ai responsabili del "Movimento dei Forconi" che per veder risolti i loro problemi "devono andare a Roma"!

Nulla di più falso! Lui "deve" andare a Roma, far "rispettare (e onorare)" contenuto e "senso" dello Statuto della Regione Sicilia, una delle cinque a Statuto "speciale". In pratica il Lombardo (siculo) ha "il diritto" - che  attualmente nega ai siciliani, tutti -  di sedere alla pari nel Consiglio dei Ministri del Governo nazionale e prendere decisioni!

"Agricoltori e Allevatori" sono allo stremo e giustamente... 



In Molise, noi dell'OML, abbiamo deciso di dar vita ad un "Gruppo di Acquisto Solidale" per:
• disporre di prodotti alimentari tutti "molisani" commercializzati in assenza di intermediazione;
• garantire acquirenti, produttori e territorio.

http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/api_3999754.pdf


E' il nostro contributo affinchè:
1- i "Forconi", in Molise, servano allo scopo per il quale sono stati creati;
2- il ns. presidente non debba, a differenza del collega siciliano, recarsi a Roma!

P.S.


Nunc dimittis servum tuum, Domine,
secundum verbum tuum in pace:
Quia viderunt oculi mei salutare tuum
Quod parasti ante faciem omnium populorum:
Lumen ad revelationem gentium,
et gloriam plebis tuae Israel.


(by Nicola)

giovedì 19 gennaio 2012

TERREMOTO 2002 - PROROGA STATO CRITICITA”

Appunto per il Presidente del Consiglio Prof. Mario Monti


Nato e residente a San Giuliano di Puglia, in provincia di Campobasso, sono preoccupato per la mancata proroga dello Stato di criticità del sisma del 31 ottobre 2002 che ha interessato la mia terra.

È bene, subito, ricordare che il 31 ottobre 2002 una vasta area dell’Italia centro meridionale, sui confini tra le Regioni Molise e Puglia (ca 2000 Kmq) è stata scossa da una crisi tettonica, con picco di intensità 5.4 Ml Richter - 5.7 Mw (magnitudo del momento sismico) – alle ore 11.33, protrattasi per alcuni mesi per un totale di oltre 530 sussulti alla fine di marzo 2003, interessando una popolazione di ca 330.000 abitanti tra Molise e Puglia.

Il mio paese fu totalmente evacuato. L’unico con perdite umane: 30 vittime, di cui 28 per il crollo della scuola materna ed elementare “Francesco Jovine”. 
Più precisamente con nota n. 2480 del 16 gennaio 2012 la Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento Protezione civile ha comunicato alla Regione Molise che il provvedimento di proroga per l’anno 2012 - predisposto dallo stesso Dipartimento, nella propria competenza - non ha ricevuto il preventivo “nulla osta” del Ministero dell’Economia e finanze - Dipartimento Ragioneria generale dello Stato.

La mancata adozione del provvedimento di proroga provocherebbe, in via generale, gravissime ripercussioni, destabilizzanti sul piano sociale, economico e politico, trattandosi di legittime aspettative della popolazione già duramente provata sul piano materiale e morale -, anche per non vanificare gli sforzi sin qui compiuti dalla Regione e dalla struttura commissariale.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnico-amministrativi della problematica de quo si ipotizza prioritariamente la chiusura della contabilità speciale. Pertanto le risorse oggetto di assegnazione saranno trasferite alle Regioni interessate ed utilizzate dalle medesime nel rispetto dei vincoli del patto di stabilità interno. (Trattasi dei fondi di cassa - assegnati da ultimo con la legge finanziaria 2008 – in corso di spesa sui lavori di
riparazione/ricostruzione in corso di realizzazione in relazione ai fisiologici tempi di attuazione e degli assegnandi ultimi pari a 346,2 Milioni di euro di cui alla delibera CIPE del 3 agosto 2011 n. 62 (in G.U. 31 dicembre 2011 n. 304).

Tali risorse potrebbero di fatto risultare non spendibili, almeno nell’immediato, sia per i vincoli di stabilità sia per i fisiologici tempi di trasferimento dei fondi dall’attuale contabilità speciale alla casse della Regione.
Il blocco dei lavori di ricostruzione, inoltre, provocherebbe immediatamente il licenziamento di persone occupate all’occorrenza in ditte edili e non solo operanti sugli edifici oggetto di ricostruzione post-sisma.
La chiusura della struttura commissariale a livello regionale (ca 50 unità) e degli uffici COC presso i Comuni (ca 200 unità) comporterebbe la perdita di lavoro per circa 250 persone.

Una quota rilevante sul territorio che andrebbe ad ingrossare smisuratamente il numero degli occupati precari su una Regione del Sud ad alto rischio di disoccupazione dove due giovani su tre non hanno lavoro. 
Licenziamenti per le imprese, mancati rinnovi contrattuali per gli Enti pubblici unitamente al blocco dei lavori di ricostruzione provocherebbero ripercussione gravissime sull’intera economia della provincia di Campobasso con fisiologiche amplificazioni su quella regionale.

Da non sottovalutare il problema dei senza tetto i cui svantaggiati vedrebbero allungarsi i tempi di rientro nelle proprie abitazione.

E’ indubbio che il richiamo della U.E. all’Italia per il reiterarsi dei numerosi e di lunga durata stati di emergenza/criticità è apparso opportuno e legittimo ma non li si può interrompere improvvisamente.
Appare utile e opportuno studiare una OPC di uscita dall’emergenza/criticità salvaguardando i cittadini che devono ricostruire le loro case (classe A) con gli ultimi finanziamenti, specialmente nell’area del cratere sismico, all’interno della quale è stata completata la ricostruzione per il solo comune di San Giuliano di Puglia, prevedendo contemporaneamente la cancellazione di alcuni privilegi e procedure speciali che non si giustificano a distanza dii dieci anni dall‘evento sismico.

                        Sen. Giuseppe Astore

Roma, 19 gennaio 2012

mercoledì 18 gennaio 2012

RMC

Molise, istituito per legge
il reddito minimo di cittadinanza


CAMPOBASSO - Il Consiglio regionale del Molise, in occasione dell'approvazione della legge finanziaria regionale 2012 e del Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2012, ha approvato con legge l'istituzione del reddito minimo di cittadinanza.
E' stato condiviso ed approvato l'allegato emendamento alla legge finanziaria 2012 presentato dal consigliere regionale Michele Petraroia (Pd), relativo all'istituzione del reddito minimo di cittadinanza per i nuclei familiari privi di ogni altra e diversa tipologia di entrate con priorità verso le famiglie più numerose e nei confronti di nuclei al cui interno ci siano anziani non autosufficienti, persone diversamente abili e bambini.
Il Molise è, quindi, la prima regione d'Italia ad aver istituito per legge con apposito capitolo di bilancio all'interno dell'UPB sulle politiche sociali, il reddito minimo di cittadinanza il cui finanziamento sarà alimentato con il taglio dei costi istituzionali e con il parziale sblocco del Fondo sociale europeo.
L'emendamento del consigliere Petraroia recita di aggiungere all'articolo 46 della Proposta di legge regionale n.2 concernente "Legge Finanziaria Regionale 2012" il seguente comma:
46-bis (Reddito Minimo di Cittadinanza).
1. E' istituito il Reddito Minimo di Cittadinanza per i nuclei familiari privi di ogni altra e diversa tipologia di entrate con priorità verso le famiglie più numerose e nei confronti di nuclei al cui interno ci siano anziani non autosufficienti, persone diversamente abili e bambini.
2. La Giunta Regionale entro 60 giorni, acquisito il parere congiunto delle Commissioni Consiliari lavoro e Politiche Sociali, e sentite le confederazioni sindacali, emanerà un regolamento che disciplinerà l'accesso ed il funzionamento dello strumento di tutela.
3. Nello stato di previsione del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2012, nell'ambito dell'UPB 511 (Politiche Sociali) è istituito specifico capitolo con una previsione di competenza e di cassa pari a euro 2.000.000,00.

Fonte: Forche Caudine

(by Nicola)

AROMA DE CANNA


Nel 2009 l'Università di Roma “La Sapienza” ha pubblicato uno studio sul costo fiscale del proibizionismo. La domanda era: quanto risparmierebbe lo stato se seguisse politiche volte a legalizzare le droghe? Le conclusioni hanno evidenziato che lo stato non solo risparmierebbe denaro pubblico ma che avrebbe anche cospicui introiti.

A questo proposito uno studio italiano di "Illicit Drug Market" sottolinea comeLa spesa per l’applicazione della giustizia è poco meno di 3 miliardi di euro l’anno, se dovessimo mettere a disposizione borse lavoro (tanto per ipotizzare uno strumento esistente) fino a 45.000 euro ai 20.000 tossicodipendenti oggi presenti in carcere, già potremo conseguire un risparmio considerando che la spesa per la detenzione di ciascun detenuto è sicuramente superiore”. Per quanto riguarda la spesa sanitaria, il consumo di sostanze stupefacenti ha rappresentato un costo economico diretto di 1,7 miliardi di euro nel 2006 e di circa 1,8 nel 2007.

Fonte: in data 10/gen/2012

(by Nicola)

martedì 17 gennaio 2012

G.A.S.ATI


A D E R I T E
al "Gruppo di Acquisto Solidale" dell'OML


Ci siamo dati una settimana di tempo per raccogliere le adesioni dei primi 50 (cinquanta) nuclei familiari residenti a Campobasso.

Per saperne di più scaricate il pdf:


(by Segreteria OML)

lunedì 16 gennaio 2012

CON UN BANCHETTO E DUE MANIFESTI

Firma 
la "Proposta di legge di iniziativa popolare,  
per ridurre i costi 
degli apparati politici 
           e amministrativi in Molise"

Tra le richieste che la proposta di legge si prefigge:
1) l'abolizione dei vitalizi;
2) l'abolizione della reversibilità;
3) la riduzione del 60% dell'indennità di funzioni e diaria;
4) l’abolizione del premio di reinserimento di fine mandato;
5) l'bolizione delle auto blu, non solo per gli assessori, ma anche per i vari Presidenti degli Enti su-regionali;
6) la riduzione del 60% delle indennità economiche riguardanti tutti i membri dei vari consigli di amministrazione;
7) l'abrogazione delle spese di trasporto, una media di 1300 euro a Consigliere regionale in una realtà piccola come il Molise;
8) l'abrogazione fondo per attività istituzionale, meglio conosciuta legge per i portaborse, circa 3000 euro ad ogni consigliere regionale;
9) la risoluzione immediata di qualsiasi collaborazione con ex funzionari e dirigenti della regione in pensione;
10) l'abolizione di qualsiasi incentivo economico, all'esodo di prepensionamento di funzionari e dirigenti della regione;
11) la riduzione del 20% dei canoni d'affitto che la regione paga alle decine e decine di proprietari degli stabili in uso alla regione;
12) l'istituzione di un reddito minimo garantito per i meno ambienti e i disoccupati.

Info: comitatoaboliamoprivilegi@hotmail.it
      cell. 393-0762609

L’Osservatorio Molisano sulla Legalità é impegnato nella raccolta delle firme

Scarica la proposta di Legge e impegnati:
http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_6557815.pdf


Ad adiuvandum

http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=9827

(by Nicola)

"Sicut Cervus"

Fonte: in data 23/lug/2011

(by Franz & Nicola)

domenica 15 gennaio 2012

Levitico

25:36: "Non trarre da lui interesse, né utile; ma temi il tuo Dio, e viva il tuo fratello presso di te";

25:37: "Non gli darai il tuo danaro a interesse, né gli darai i tuoi viveri per ricavarne un utile".



Fonte: in data 19/lug/2011

(by Franz & Nicola)

sabato 14 gennaio 2012

CONCORDIAMO CON TRENITALIA SpA. I "RAMI SECCHI" VANNO TAGLIATI!

Segnaliamo all'A.D. di Trenitalia SpA il tratto di 800 m (metri, non Km) di ferrovie "italiane" a disposizione di quelle "vaticane"!

Quante volte viene percorso? Quanti passeggeri lo usano? Quanto ci costa?




Ad oggi, risultano non più attivi servizi ferroviari, per 600 km:
Mortara - Casale - Asti 74 km;
Chivasso - Asti 52 km;
Castagnole - Alba 13 km;
Pergola - Fabriano 32 km;
Sulmona - Carpinone 118 km;
Avellino - Rocchetta 119 km;
Rocchetta - Gioia del Colle 140 km;
Castellamare - Gragnano 5 km;
Caltagirone - Gela 46 km.


P.S.
La ns. solidarietà agli abitanti di Carovilli (IS) e dell'Alto Molise, ingiustamente privati della "loro ferrovia".

Li invitiamo ad aderire alla ns. iniziativa "UN TRENO DI... VAFFA" n.d.r.)!


(by Nicola)

venerdì 13 gennaio 2012

Dal sistema "binario" a quello "decima...to"!

Il sindaco di Carovilli (IS), Antonio Cinocca, si é detto pronto a occupare i binari della stazione di Carpinone (IS) contro l'annunciato smantellamento della storica tratta Sulmona-Carpinone, disposto da Trenitalia (quella che investe al Nord e taglia al Sud) e interessare del caso anche Sua Santita' Benedetto XVI (dunque, e condividiamo, preferisce rivolgersi ad un altro Capo di Stato piuttosto che al suo. Quello delle due Italie, appunto!) 

“E' l'ultimo gesto che ci rimane da fare - afferma Cinocca - per evitare la chiusura definitiva dei collegamenti ferroviari tra l'Alto Molise e l'Abruzzo"


ULISSE DI GIACOMO, senatore, coordinatore regionale Pdl


ODISSEA TRENITALIA/ Da Campobasso impossibile conoscere gli orari per il Nord Italia
http://www.infiltrato.it/notizie/molise/odissea-trenitalia-da-campobasso-impossibile-conoscere-gli-orari-per-il-nord-italia


ADERITE ALLA NS. INIZIATIVA
"UN TRENO DI ...VAFFA"! 
segreteria@osservatoriolegalita.it

(by Nicola)

giovedì 12 gennaio 2012

"PILLOLA AMARA PER I LAVORATORI"! TEMPO ADDIETRO ERANO SOLO "UCCELLI SENZA ZUCCHERO"!

Mentre i dipendenti dello stabilimento saccarifero aspettano ancora la tredicesima, saltata per la prima volta in 40 anni, e incombe una istanza di fallimento, l’azienda assume a tempo indeterminato il cognato del socio privato e la nipote del presidente di FinMolise Teresio Di Pietro. Una pillola amara per i lavoratori, ma anche un elemento di riflessione perchè, se Perna cede le quote, tra non molto lo Zuccherificio diventerà interamente a capitale pubblico.

http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=9871

(by Nicola)

Un viaggio in treno da Roma a Campobasso

Riceviamo e pubblichiamo

Gianluigi Ciamarra

http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_7323541.pdf

(by Nicola)

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA "LA RETE"


http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/api_3098817.pdf

(by Nicola)

TRENITALIA MOLISE/ OML:"Un treno di...vaffa continua la sua iniziativa: ecco altre idee"

Da Redazione Infiltrato.it

Prosegue l'iniziativa promossa dall'OML a seguito della nostra inchiesta sullo stato dei treni nella tratta Campobasso Roma, dove i passeggeri si trasformano in bestiame da costringere in vagoni iper affollati, e quindi pericolosi. La sicurezza diventa un optional e il diritto al trasporto pubblico un clichè post-moderno. Nicola Frenza, Presidente dell'OML, lancia alcune proposte, accompagnate da ottime provocazioni. Vediamo quali.




(by Nicola)

mercoledì 11 gennaio 2012

(A)IAI

MOZIONI SULLA MACROREGIONE ADRIATICO-IONICA


http://www.senato.it/lavori/21415/106652/genpagina.htm


(by Nicola)

"SISTEMA BINARIO"


Per confidare quindi nell'iniziativa dell'Osservatorio Molisano della Legalità - sperando che almeno quel "treno di...vaffanculo" sia meno scomodo del Minuetto – é indispensabile coinvolgere determinate "categorie" di persone! Quali?

Pensionati ("baby", in particolare), giovani (disoccupati nello specifico), iscritti alle Associazioni di volontariato (oltre 400 sono "registrate" presso la Regione Molise).

E poi? I tanti molisani residenti a Roma potrebbero fare la differenza. Penso agli iscritti all'Associazione "Forche Caudine" dell'amico G. Castellotti.

Per quanti giorni "Il Molise" - quello vero, quello fatto di "carne e sangue" -  potrebbe "rappresentarsi" e far sentire la propria voce all'A.D. di "Ferrovie spa" e all'Assessorae regionale ai Trasporti? Molti, anzi moltissimi!

Inoltre sono certo che  abitanti di altre regioni – tutte del SUD naturalmente – si unirebbero al nostro "sistema binario".

Forza e coraggio. Agite. Adesso!

Per aderire all'iniziativa
"UN TRENO DI...VAFFA"
scrivi a segreteria@osservatoriolegalita.it

(by Nicola)

CASO COSENTINO

 Riceviamo e pubblichiamo
 Caro Nicola,

fra poche ore la Giunta per le autorizzazioni della Camera dei Deputati di cui faccio parte dovrà votare la seconda richiesta di arresto dell’On. Cosentino.
Per informazione ti invio quello che sarà il comunicato stampa con il quale annuncio il mio voto e la dichiarazione che farò verbalizzare.
In questi giorni mi è stata attribuita dalla stampa una costante incertezza in realtà non avevo ancora deciso perché oltre gli atti inviati in Giunta ho voluto approfondire la questione leggendo altre sentenze e materiale vario inerente la questione.

Ti ringrazio per l’attenzione

Maurizio Turco



http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/cst_1796974.pdf 


(by Nicola)

lunedì 9 gennaio 2012

RIUNIONE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO



(by Nicola)

UN TRENO DI... VAFFANCULO!


Propongo di organizzare gruppi di volontari i quali ogni giorno - e fino a quando sicurezza, legalità e diritto non saranno ripristinati sull'intera rete ferroviaria regionale - manifesteranno presso:

1- l'ufficio dell'A.D. delle Ferrovie "italiane";

2- l'Assessorato ai Trasporti della Regione Molise.

Per aderire all'iniziativa 
"UN TRENO DI...VAFFANCULO"
scrivi a
segreteria@osservatoriolegalita.it

Nicola Frenza

 Inno Nazionale Regno Due Sicilie - G. Paisiello 

 

Federconsumatori, viaggi in treno impossibili per famiglie e pendolari

Il 90% dei pendolari compie viaggi in treno ai limiti della decenza: questo l'allarme lanciato da Federcommercio nel momento in cui tra Roma, Milano e Venezia c'è la lotta tra Moretti e Montezemolo per offrire il treno più esclusivo, mentre professionisti, manager e parlamentari viaggiano su carrozze extra-lusso. 

A preoccupare di più è la situazione al sud: non bastano, infatti, le precarie condizioni di sicurezza all'interno dei vagoni e i viaggi interminabili stipati nei corridoi. Ci sono i controllori stessi, i quali, pur di guadagnare qualcosa in più, sono pronti loro in prima battuta ad infrangere pesantemente la legge vendendo biglietti già comprensivi di multa al doppio del previsto, al fine di riempire le carrozze

Sono in particolar modo i passeggeri della tratta Bologna-Lecce i protagonisti involontari del dramma, a causa del taglio dei treni operato dalle Ferrovie dello Stato: e la situazione diventa sempre più pesante e difficile da sopportare specialmente in questi periodi di festa, nei quali singoli e famiglie intere si spostano per andare a trovare parenti ed amici. Federconsumatori e Adusbef invitano i cittadini a segnalare tutte le esperienze spiacevoli avute, al fine di denunciare i fatti al Ministro dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti, Corrado Passera, e al Presidente dell'Antitrust, così che possano essere presi al più presto provvedimenti per porre fine al disagio. Secondo Federconsumatori sembra palese la necessità di un'Authority dei trasporti che tuteli i cittadini.

(Fonte: StudioCataldi.it)

(by Nicola)

ABOLIAMO I PRIVILEGI. CONTINUA CON SUCCESSO LA RACCOLTA FIRME

Ieri un Consigliere regionale si è portato al banchetto istituito lungo Corso Vittorio Emanuele di Campobasso e ha firmanto la proposta di legge popolare "Aboliamo i privilegi".

Gli altri quando seguiranno l'esempio del collega?

Dal 9 al 15 Gennaio potete firmare
a Campobasso - Corso Vittorio Emanuele - dalle  9.00 alle 13.30


Scarica qui la proposta di Legge:
http://www.osservatoriolegalita.it/allegati/dci_6557815.pdf


Ad adiuvandum


http://www.primonumero.it/attualita/primopiano/articolo.php?id=9827


(by Nicola)

RIPRENDETEVI LA RAI

Riceviamo e pubblichiamo

Farà tappa a Campobasso il 23 gennaio la manifestazione “Riprendiamoci la Rai”, iniziativa promossa a difesa del ruolo del servizio pubblico radio-televisivo.
Perché l’informazione è come l’acqua: deve essere di tutti.

Per questo – è scritto nel manifesto che sta facendo il giro d’Italia sottoscritto da cittadini, giornalisti e intellettuali – la Rai deve garantire il diritto fondamentale all’informazione e alla cultura, nell’interesse dell’intera collettività.


La società civile del Molise è invitata a intervenire alla manifestazione che si svolgerà lunedì 23 gennaio, dalle 18 presso il Convitto Mario Pagano di Campobasso. 

(by Nicola)